Categorie
Ansa

Coronavirus: Mattarella, mantenere memoria rinsalda i legami

Messaggio del capo dello Stato inviato in occasione della Messa da Requiem, del Maggio musicale fiorentino …

“L’iniziativa di concerti straordinari del Maggio Musicale Fiorentino dedicati al ricordo delle vittime del coronavirus a Firenze riveste un grande significato e desidero far pervenire a Lei, al maestro Mehta, all’Orchestra, al Coroe a tutti i partecipanti il mio apprezzamento. Mantenere memoria di uno dei momenti più difficili e dolorosi che la Repubblica italiana si è trovata ad affrontare contribuisce a rinsaldare nei cittadini i legami di amicizia e di solidarietà ed esorta a non disperdere le virtù civiche manifestate in quei giorni”. Lo scrive il presidente Sergio Mattarella in un messaggio inviato in occasione della Messa da Requiem, del Maggio musicale fiorentino.

Mattarella, dall’Ue risposte innovative a crisi – Di fronte ai mutamenti della società “si tratta di confermare il modello che vede le democrazie saper rispondere alle crisi con efficacia e determinazione, nel pieno rispetto dei diritti dei cittadini. E’ quanto l’Unione Europea e i suoi stati membri hanno messo in campo, con risposte coraggiose e innovative. Le azioni intraprese a livello europeo per superare la crisi sono utile dimostrazione dei risultati che si possono conseguire quando si declinano in spirito di concretezza i principi di solidarietà e leale collaborazione. La chiave del multilateralismo rimane lo strumento per costruire un percorso di condivisione dei destini dei popoli del mondo, mettendo in comune saperi, culture, valori. Si tratta di una sfida cui anche l’Italia saprà certamente dare il proprio contributo”. Lo scrive il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della Prima Soft Power Conference, organizzata da Francesco Rutelli a Venezia da domani all’1 settembre presso la Fondazione Giorgio Cini e la Fondazione Prada.

Crediti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *