Categorie
Ansa

Coronavirus: negli Usa record di vittime. Trump: ‘Vaccino in 3-4 settimane’

Cdc lo smentisce ma Fauci è possibilista. Biden superato in un sondaggio …

Nelle ultime 24 ore negli Usa sono stati registrati 39.617 nuovi casi di coronavirus e 1293 morti, secondo il sito della Johns Hopkins University. Il numero delle vittime e’ il piu’ alto da 19 agosto. La media giornaliera dei contagi in Usa e’ di 38.037, il 5% in piu’ della settimana precedente. 

Intanto il presidente Trump continua a mandare segnali di ottimismo sul fronte del vaccino. “Penso che la distribuzione del vaccino contro il coronavirus possa iniziare in ottobre, forse già a metà ottobre”, ha detto in una conferenza stampa alla Casa Bianca, prevedendo la “distribuzione di 100 milioni di dosi entro la fine del 2020”. “La più grande distribuzione di vaccini nella storia americana”, ha sottolineato.

Galvanizzato da un sondaggio Rasmussen che lo indica in testa per la prima volta su Joe Biden (47% a 46%), Donald Trump si gioca la carta di un vaccino prima delle elezioni, nonostante lo scetticismo degli esperti e i crescenti timori di pressioni a scapito della sicurezza e dell’efficacia. La promessa arriva in un town hall ‘president and people’ della Abc a Philadelphia con una ventina di elettori indecisi della Pennsylvania, uno degli Stati in bilico. E’ il primo dibattito del presidente con un pubblico che non sia quello dei suoi osannanti fan ai comizi o degli ostili giornalisti alle conferenze stampa. Un confronto dove ha potuto “riscaldarsi” in vista del primo duello tv con Joe Biden a fine mese, dimostrando poca empatia, manipolando la realtà ma rivelandosi sempre un efficace comunicatore. Il presidente ha rassicurato che il virus “andrà via” anche senza vaccino perché “si svilupperà una mentalità da gregge”, un riferimento probabilmente alla cosiddetta immunità di gregge, che richiede però il contagio di almeno il 70% della popolazione: quindi un numero enorme di morti, che in Usa stanno già raggiungendo quota 200 mila e che nelle ultime 24 ore hanno toccato il numero giornaliero più alto dal 19 agosto: 1.293. Non solo. Il tycoon, incalzato da un elettore, ha rimesso in discussione l’uso delle mascherine, raccomandato dagli stessi esperti della sua task force: “Ci sono persone che pensano non siano una cosa buona”, ha risposto, spiegando che chi la usa tocca costantemente altre cose. Ma Robert Redfield, direttore dei Centers for Disease Control and Prevention (Cdc), l’agenzia federale per la tutela della salute, ha smentito il presidente sui tempi del vaccino proprio mentre la Casa Bianca annunciava che punta su 100 milioni di dosi entro fine anno. Testimoniando al Senato, ha detto di non aspettarsi che un vaccino contro il coronavirus possa essere largamente disponibile per gli americani prima della fine del secondo trimestre/terzo trimestre del 2021. E lo ha contraddetto anche sull’uso della mascherine, sostenendo che potrebbe essere più efficace di un vaccino. Questa volta però, a sorpresa, il noto immunologo Usa Anthony Fauci è arrivato in soccorso di Trump dicendosi “ancora pronto a scommettere” che si possa arrivare ad un vaccino sicuro ed efficace entro novembre/dicembre.
   

Crediti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *