Categorie
Ansa

L’AI aiuta diagnosi tumori e malattie rare

Partnership Bambino Gesù-IBM per accelerare cure pediatriche …

(ANSA) – ROMA, 27 FEB – L’ospedale pediatrico Bambino Gesù e il colosso tecnologico IBM hanno annunciato oggi una collaborazione strategica che punta a sfruttare l’intelligenza artificiale (AI) per migliorare la ricerca pediatrica e tradurla più rapidamente in cure.
    La partnership si concentrerà sui tumori cerebrali pediatrici. L’obiettivo – si legga in una nota congiunta – è sviluppare algoritmi per accelerare la diagnosi e il trattamento dei pazienti affetti da medulloblastoma, che rappresenta il 15-20% di tutti i tumori cerebrali pediatrici.
    La collaborazione tra Bambino Gesù e IBM riguarderà anche le malattie rare, che collettivamente colpiscono il 6-8% della popolazione totale dell’Ue, e più di due terzi di questi disturbi interessano i bambini. Nel dettaglio, IBM supporterà l’ospedale nella realizzazione di un database di dati anonimizzati – incluse informazioni genomiche, cliniche, di laboratorio e di imaging – e svilupperà algoritmi che usano l’AI per migliorare la resa diagnostica, accelerare la diagnosi nei pazienti affetti da malattie rare, e per identificare nuovi geni della malattia e caratterizzare disturbi non ancora riconosciuti in precedenza.
    “Per noi le frontiere della medicina necessariamente passano attraverso lo sviluppo della ricerca e della tecnologia scientifica”, ha detto Mariella Enoc, presidente del Bambino Gesù. “Poche sfide potrebbero essere più importanti per la società – ha commentato il vicepresidente di Ibm John E. Kelly III – se non quella di mettere l’AI al lavoro secondo modalità che potrebbero portare benefici ai bambini più bisognosi di aiuto”. (ANSA).
   

Crediti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *