Categorie
ATTUALITÀ Coronavirus (COVID-19) Italia Musica Sanità

Coronavirus, Celentano scrive ai giovani: «Vi sentite più coraggiosi senza mascherina? Siete solo folli»

Il molleggiato ha pubblicato una lettera aperta su Instagram in cui invita i giovani a rispettare le regole anti-Covid: «Ragazzi che vi ammucchiate, non avete la più pallida idea di quello che ci potrebbe accadere. Ma io mi fido di voi!»
L’articolo Coronavirus, Celentano scrive ai giovani: «Vi sentite più coraggiosi senza mascherina? Siete solo folli» proviene da Open. …

Sbarcato su Instagram a 82 due anni, Adriano Celentano non si risparmia e stavolta decide di parlare direttamente ai giovani. Nel video postato in serata, una lunga lettera, accompagnata dalla didascalia «Mi fido di voi». Il tema affrontato è quello della pandemia da Coronavirus, con un diretto riferimento ai più giovani. «Ehi Ragazzi!…Credo sia arrivato il momento di darci una mossa» ha cominciato il cantante, proseguendo con un accorato appello. L’invito è quello di agire in maniera più responsabile.

«I veri negazionisti siete voi» ha detto senza mezzi termini l’artista, «quando senza mascherina, per esibire una prova di forza, a dir poco insensata, vi radunate in pericolose ammucchiate senza un minimo di distanza, respirandovi addosso qualunque cosa. Questo sarebbe coraggio?» ha chiesto il cantante, dando poi una risposta chiara. «No, non è coraggio, ma pura follia di massa».

Il molleggiato ha voluto chiarire ancora meglio il carattere del suo invito, esortando i giovani a non cadere nel panico, a continuare a studiare e lavorare, «perché se l’economia crolla, non moriremo solo di virus, ma anche di fame». Ma il concetto più volte ribadito è anche quello di un traguardo comune da raggiungere, «forse il più importante della storia». Vincere la lotta al virus è l’obiettivo a cui Celentano si riferisce nella lettera, sottolineando come l’unico strumento per poterlo fare rimane il rispetto «al 100% delle regole indicate dall’Organizzazione mondiale della Sanità».

Nella videolettera pubblicata è comparsa tuttavia una conclusione dai toni forti quanto però fiduciosa nei confronti dei destinatari: «Dobbiamo assolutamente farlo, altrimenti, ragazzi che vi ammucchiate…non avete la più pallida idea di quello che ci potrebbe accadere. Ma io mi fido di voi!»

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *