Categorie
ATTUALITÀ Coronavirus (COVID-19) Francia Sanità

Coronavirus, contagi record in Francia: 41.622 in 24 ore. Castex: «La situazione peggiora». Il coprifuoco si allarga a 46 milioni di persone

Le misure restrittive, dalle 21 alle 6 del mattino, verranno estese a 38 nuovi dipartimenti e alla Polinesia. Migliaia di multe e controlli
L’articolo Coronavirus, contagi record in Francia: 41.622 in 24 ore. Castex: «La situazione peggiora». Il coprifuoco si allarga a 46 milioni di persone proviene da Open. …

Nuovo record assoluto di contagi da Coronavirus in Francia: si contano 41.622 nuovi positivi in 24 ore. Il governo tenta di correre ai ripari inasprendo le restrizioni già in vigore ma i numeri sembrano essere a questo punto fuori controllo. Per contrastare l’avanzata dei contagi il primo ministro Jean Castex ha annunciato nuove misure: il coprifuoco dalle 21 alle 6 del mattino verrà esteso a 38 nuovi dipartimenti e alla Polinesia per sei settimane. Saranno quindi in totale 54 i dipartimenti coinvolti per 46 milioni di persone. Le nuove misure saranno in vigore dalla mezzanotte di venerdì.

«La situazione sta peggiorando», ha detto Castex. «Il dispositivo sarà valutato nuovamente la settimana prossima e potrebbe essere rafforzato». I casi di contagio da Sars-Cov-2 sono aumentati del 40% in Francia, e si stima che ci siano 251 persone contagiate su 100 mila. Il tasso di riproduzione del virus è di circa 1,35. Nelle ultime due settimane le infezioni sono raddoppiate e coinvolgono qualunque fascia di età, ma con maggiore frequenza chi ha più di 65 anni.

Olivier Véran, ministro della Salute, ha aggiunto che ogni giorno vengono registrati 25 mila casi: più di mille all’ora. Nel frattempo non mancano i controlli per il mancato rispetto del coprifuoco nelle aree già in vigore in Francia: sono state comminate 4.777 multe per un totale di 32.033 controlli, ha fatto sapere il primo ministro Castex.

In copertina EPA/Ludovic Marin | Il primo ministro Jean Castex durante una conferenza stampa all’Hotel Matignon a Parigi, 22 ottobre 2020.

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *