Categorie
ATTUALITÀ Coronavirus (COVID-19) Fase 3 Foto Italia Roma Sanità Video

Coronavirus, negazionisti in piazza a Roma: un fermato senza mascherina – Video e foto

Antieuropeisti, contro il 5G e anti-vaccinisti: ecco i protagonisti della marcia della liberazione in corso a Piazza San Giovanni. E c’è anche il primo fermo
L’articolo Coronavirus, negazionisti in piazza a Roma: un fermato senza mascherina – Video e foto proviene da Open. …

Sabato pieno a Roma. Tra tutte le manifestazioni in programma oggi, 10 ottobre, c’è anche la “marcia della liberazione“, organizzata per protestare contro l’obbligo della mascherina e negare l’effettiva pericolosità del Coronavirus. Nella grande piazza di San Giovanni in Laterano si sono riunite circa 1.500 persone, tutte appartenenti ai gruppi dei cosiddetti “negazionisti”. Alle 14 è iniziata anche una dimostrazione a piazza Bocca della Verità, in pieno centro, contro la «dittatura sanitaria».

Il fermo di una persona senza mascherina

Fonte video: Giulia Marchina per Open 

Come richiesto dal Viminale, tolleranza zero verso chi non indossa la mascherina all’aperto. Un manifestante, che non aveva con sé il dispositivo di protezione individuale, è stato fermato dalla polizia. «Vergogna, vergogna, arrestateci tutti, buffoni» hanno urlato alcuni di loro in un momento di tensione con le forze dell’ordine. «Tutto per una mascherina. Solo perché si è rifiutato di dare il nome, lo hanno portato via in quel modo. È una vergogna» hanno spiegato i presenti.

«Mi stanno obbligando, aiutatemi»

Fonte video: AGENZIA VISTA/Alexander Jakhnagiev

«Mi stanno obbligando, aiutatemi» dice il ragazzo fermato. «Lasciatelo stare, non ha fatto niente» gridano i manifestanti dopo aver insultato ripetutamente le forze dell’ordine.

La diretta

«Non sono morto di Coronavirus, ma di fame»

Nonostante l’intento polemico, dai microfoni degli organizzatori si sentono inviti a rispettare il distanziamento fisico e a indossare la mascherina (non tutti i partecipanti sono schieratamente no-mask) «Siamo obbligati a mettere le mascherine anche se alcuni di noi non condividono». Ma non tutti seguono il consiglio.

Tra gli striscioni in piazza ci sono anche quelli degli anti-europeisti di Vox Italia. «Non siamo negazionisti», recita un cartello. «Siamo qui perché non vogliamo la dittatura». C’è anche uno scheletro di plastica con la mascherina con su scritto: «Non sono morto di Coronavirus, ma di fame».

Contro la «dittatura sanitaria»

Fonte video: AGENZIA VISTA/Alexander Jakhnagiev

C’è chi parla di «oligarchia», chi di «dittatura sanitaria» ma c’è anche chi si dice «stanco di non avere una moneta sovrana» e chi vuole che «le future generazioni siano libere dal neoliberismo».

In piazza anche i vigili urbani di Roma

Come spiegato a Open, alla “marcia della liberazione” è presente anche una delegazione dell’Ugl polizia locale di Roma che esprime perplessità sull’obbligo di multare in maniera «indiscriminata» i cittadini che non usano la mascherina all’aperto, in contesti non particolarmente pericolosi (quindi se isolati o se rispettano il distanziamento sociale). Secondo Marco Milani dell’Ugl polizia locale di Roma il Coronavirus «è una forma influenzale particolarmente aggressiva».

Le foto dalla piazza

Giulia Marchina per Open | Piazza San Giovanni in Laterano, Roma, 10 ottobre 2020

Giulia Marchina per Open | Piazza San Giovanni in Laterano, Roma, 10 ottobre 2020

Contro il 5G

Giulia Marchina per Open | Piazza San Giovanni in Laterano, Roma, 10 ottobre 2020

Antivaccinisti del Movimento 3V (Vaccini vogliamo la verità)

Giulia Marchina per Open | Piazza San Giovanni in Laterano, Roma, 10 ottobre 2020

Le calamite sovraniste

Giulia Marchina per Open | Piazza San Giovanni in Laterano, Roma, 10 ottobre 2020 Giulia Marchina per Open | Piazza San Giovanni in Laterano, Roma, 10 ottobre 2020

Foto di copertina: Giulia Marchina per Open

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *