Categorie
ATTUALITÀ Coronavirus (COVID-19) Governo Conte II Scuola Smart working

Coronavirus, ok del Cdm a congedi straordinari e smart working per i lavoratori con figli under 14 in quarantena

Via libera anche al decreto Lampedusa, che prevede agevolazioni fiscali per i cittadini dell’isola
L’articolo Coronavirus, ok del Cdm a congedi straordinari e smart working per i lavoratori con figli under 14 in quarantena proviene da Open. …

Nel decreto approvato dal Consiglio dei ministri nella sera del 3 settembre per le misure anti-Covid in vista della ripresa della scuola «sono previste misure in materia di smart working e congedi straordinari per i genitori di figli minori di 14 anni nei casi di quarantena obbligatoria dei figli». E’ quanto si legge nella nota di Palazzo Chigi dopo il Cdm.

L’obiettivo del decreto è «far fronte a esigenze indifferibili connesse all’emergenza epidemiologica». In merito al trasporto pubblico «in considerazione dell’evoluzione della situazione pandemica e della necessità di rimodulare il servizio di trasporto pubblico locale, compreso il trasporto scolastico, in modo da garantire che lo stesso sia erogato in coerenza con le misure di contenimento della diffusione del Covid-19, si prevede per le Regioni e le Province autonome e per gli enti locali la possibilità di utilizzare, per il finanziamento di servizi di trasporto aggiuntivi, le risorse previste dal “decreto agosto”, relative all’incremento del sostegno al trasporto pubblico locale e al Fondo per l’esercizio delle funzioni degli enti locali», si legge nella nota di Palazzo Chigi.

Il Cdm ha poi approvato il cosiddetto decreto Lampedusa. Il provvedimento, annunciato dal premier Giuseppe Conte, mette in campo, da qui a fine anno, una serie di agevolazioni fiscali per i lampedusani. Il testo prevede che colo che «hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio del Comune di Lampedusa e Linosa, la sospensione fino al 21 dicembre 2020 dei versamenti dei tributi nonché dei contributi previdenziali ed assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali».

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *