Categorie
ATTUALITÀ Brasile Coronavirus (COVID-19) India Italia Lombardia Messico Protezione civile Sanità Scuola Ungheria

Coronavirus, ultime notizie – America Latina, crescono i contagi in Brasile e Messico. Speranza contro i negazionisti: «Da loro parole inaccettabili»

I Paesi del sudamerica alle prese con la diffusione del contagio. In Brasile oltre 40 mila nuovi casi. In Italia il ministro della Salute Roberto Speranza ritiene incomprensibili le idee di chi nega l’esistenza della pandemia. Il ministro della Salute indiano ha chiesto di potenziare i test e di ripetere quelli negativi
L’articolo Coronavirus, ultime notizie – America Latina, crescono i contagi in Brasile e Messico. Speranza contro i negazionisti: «Da loro parole inaccettabili» proviene da Open. …


Ultimi bollettini:

Per saperne di più:

I casi da Coronavirus nel mondo sono arrivati a quota 28,1 milioni, mentre il numero delle vittime è di oltre 909 mila. È il dato diffuso dalla Johns Hopkins University. I tre Paesi più colpiti dalla pandemia rimangono Stati Uniti, India e Brasile. Rispettivamente le Nazioni hanno registrato 6,3 milioni, 4,5 milioni e 4,2 milioni di casi. Mentre per quanto riguarda il bilancio delle decessi tra i Paese più colpiti troviamo anche il Messico con quasi 70 mila vittime.

BRASILE

EPA/Sebastiao Moreira | San Paolo, Brasile

Non si ferma l’aumento dei casi

Continua la crescita dei contagi in Brasile che nelle ultime 24 ore ha registrato 40.557 nuovi casi e 983 morti. A renderlo noto è il ministro della Sanità. Il bilancio complessivo della pandemia è di 4.238.336 contagi mentre quello dei decessi è di 129.522.

Il Paese, terzo al mondo per numero di positivi individuati, è anche alle prese con una grave crisi sanitaria dopo che il presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha negato per mesi l’esistenza del Covid19 minimizzandone poi i reali effetti sulla salute delle persone.

MESSICO

EPA/Jose Mendez | Chalco, Messico

Aumenta il bilancio dei decessi nel Paese

Quarta Paese al mondo per numero di vittime, il Messico ha visto nelle ultime 24 ore un incremento dei morti: +554. Mentre il dato complessivo è arrivato a 69.649. Il bilancio dei contagi è invece di 652.364, mentre nell’ultima giornata ne sono stati individuati altri 4.857.

ITALIA

ANSA / CIRO FUSCO | Il ministro della Salute Roberto Speranza

Speranza: «I negazionisti mi fanno venire i brividi»

A una settimana dalla manifestazione dei negazionisti, svoltasi a Roma lo scorso 5 settembre, ancora si parla di quanto successo. Dal no alle mascherine alle teorie complottiste. Il ministro della Salute Roberto Speranza ritiene quelle idee incomprensibili e inaccettabili.

«Mi fanno venire i brividi quelle manifestazioni – ha detto Speranza da Bari – perché sono stati mesi troppo difficili, il Paese ha pagato un prezzo enorme, ci sono stati oltre 35.000 morti e i nostri medici, infermieri e operatori sanitari hanno passato dei giorni che difficilmente potranno dimenticare nella loro vita. Non posso immaginare che si possa far finta che questo non sia avvenuto».

Quasi il 50% del personale della scuola si è sottoposto al test sierologico

ANSA/ALESSANDRO DI MARCO | Una classe del Liceo Classico Massimo D’Azeglio di Torino

Le superiori torneranno a fare lezione in classe? I dubbi sono tanti. Ma per gli studenti più grandi sembra che un ritorno alla normalità non arriverà prima della fine del prossimo anno. La partenza prevede lezioni alternate, con giorni in presenza e giorni con didattica a distanza. Per molte scuole c’è anche l’incognita delle elezioni. Le aule, dopo il voto, richiederanno una ulteriore sanificazione.

Intanto – scrive Il Messaggero – continuano i test sierologici sui docenti. Quasi il 50% del personale della scuola si è sottoposto al test sierologico ovvero circa 500 mila tra docenti e non docenti. Quelli risultati positivi sono il 2,6%, ovvero circa 13 mila persone.

In Campania, dopo le polemiche a livello nazionale, il test è obbligatorio e si rischiano multe fino a 3 mila euro per chi si rifiuterà. Intanto in Piemonte i docenti dovranno presentare un’autocertificazione sull’avvenuta misurazione della febbre a casa. Per chi non l’avrà la temperatura verrà misurata a scuola.

INDIA

EPA/JAGADEESH NV | Bangalore, India

Nuovo record in India: +96.551 contagi in un giorno

Il numero dei casi in India ha raggiunto un altro record toccando i 96.551. E portando il bilancio totale a 4,5 milioni. Il virus si sta diffondendo rapidamente e il Paese sta vivendo una crescita esponenziale dei nuovi contagi. Il numero dei decessi aumenta invece a un ritmo molto più basso. Nelle ultime 24 ore ne sono stati registrati 1.209 per un totale di 76.721.

Nel frattempo il ministero della Salute ha chiesto agli Stati di potenziare il numero di test e di effettuarli senza richiedere la prescrizione medica. Inoltre, alcuni test rapidi dell’antigene che hanno dato esito negativo dovranno essere ripetuti con il metodo RT-PCR più affidabile. La ripetizione si applicherà a tutte quelle persone che presentano sintomi quali febbre, tosse e fatica a respirare.

UNGHERIA

Viktor OrbanANSA | Viktor Orban

Orban dice no alla chiusura delle scuole

Nessuna chiusura generale delle scuole per frenare la diffusione del Coronavirus. Questo il piano annunciato alla radio dal primo ministro ungherese Viktor Orban per i prossimi mesi. Il premier ha chiarito che l’obiettivo del governo è quello di proteggere la popolazione più anziana e vulnerabile e far ripartire l’economica. Orban ha inoltre dichiarato che verrà imposto l’obbligo di mascherine sui trasporti pubblici.

Per quanto riguarda gli altri Paesi del gruppo Visegrad – Slovacchia, Repubblica Ceca e Polonia – tutti si coordineranno per attuare una risposta omogenea alla pandemia e adottare misure simili per una eventuale seconda ondata. Nel corso della giornata gli Stati si incontreranno in Polonia.

La scorsa settimana dopo un incremento dei casi il premier ha deciso di chiudere le frontiere ungheresi, tenendo fuori anche i cittadini degli altri Paesi europei. Una decisione che aveva fatto scoppiare una polemica con Bruxelles che invece ha chiesto ai suoi membri di adottare le stesse misure, soprattutto per quanto riguarda gli spostamenti e viaggi.

Link utili:

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *