Categorie
ATTUALITÀ Cina Coronavirus (COVID-19) Italia Lombardia Protezione civile Regno Unito Sanità

Coronavirus, ultime notizie – Cina, nello Xinjiang testate 4,7 milioni di persone dopo un caso asintomatico. In alcune aree del Regno Unito indice R sopra a 2

In Cina il bilancio totale dei casi è salito a 85.915 dopo che un nuovo focolaio è scoppiato nella regione dello XInjiang. Nel Regno Unito si va verso nuove misure restrittive. In Puglia chiuse tutte le scuola, tranne quelle dell’infanzia
L’articolo Coronavirus, ultime notizie – Cina, nello Xinjiang testate 4,7 milioni di persone dopo un caso asintomatico. In alcune aree del Regno Unito indice R sopra a 2 proviene da Open. …


Ultimi bollettini:

Per saperne di più:

CINA

EPA/WU HONG | Cina, Pechino

47 nuovi casi nello Xinjiang: testate 4,7 milioni di persone in 4 giorni

Dopo che lo scorso sabato nella regione cinese dello Xinjiang, una ragazza di 17 anni è risultata positiva al Coronavirus, ma asintomatica, le autorità sanitarie hanno subito avvio una campagna di test a tappeto su tutta la popolazione. Ieri, sono stati 47 i nuovi casi individuati, di cui 23 provenienti dal focolaio di Xinjiang e 24 importati. Per la Cina è il numero più alto di contagi dal 9 agosto. Al momento gli operatori sanitari sono riusciti a testare nell’area della città di Kashgar almeno 4,7 milioni di persone. Il bilancio totale dei casi in Cina è salito a 85.915, mentre le vittime sono 4.634.

REGNO UNITO

EPA/ASHLEY CROWDEN | Swansea, Galles

Aumentano le infezioni tra la popolazione più vulnerabile

È sempre più critica la gestione della pandemia nel Regno Unito dove, soprattutto nel sud, l’indice R è salito sopra a 2. Il numero di casi giornalieri rimane più alto nell’Inghilterra settentrionale, un aumento preoccupante del numero di infezioni è stato registrato su tutto il territorio, secondo uno studio dell’Imperial College di Londra. Con questo trend, nonostante le misure prese nelle scorse settimane, per il governo è necessaria un’azione più incisiva per evitare un aumento dei ricoveri e dei decessi.

Lo studio React-1 ha rilevato che le infezioni sono ancora più alte tra i 1824 anni (2,2%) ma si stanno diffondendo in gruppi di età più anziane e più vulnerabili. La percentuale di persone infette in età comprese tra 55 e 64 anni è aumentata di oltre tre volte, passando dallo 0,37% all’1,2%. C’è stata una diminuzione delle infezioni tra i giovani nel nord-est, dove sono state imposte per la prima volta le restrizioni di livello 3, ovvero il più severo.

ITALIA

EPA | La sanificazione di un’aula scolastica

La Puglia chiude tutte le scuole secondarie di secondo grado

A partire dal 30 ottobre in Puglia resteranno aperte solo le scuole dell’infanzia, i laboratori e quelle per alunni con bisogni educativi speciali. È questa l’ordinanza arrivata ieri sera dal governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano. La didattica si sposterà ovviamente a distanza. «La decisione è stata presa di fronte all’evidenza dei dati rilevati dai Dipartimenti di Prevenzione», ha chiarito con un post su Facebook l’epidemiologo e consigliere per l’emergenza sanitaria in Puglia, Pier Luigi Lopalco.

«Sono almeno 286 le scuole pugliesi toccate da casi Covid – chiarisce l’esperto – tutto questo in un solo mese di apertura e nonostante in Puglia la scuola sia iniziata il 24 settembre, ben 17 giorni dopo altre regioni». L’epidemiologo aggiunge che sono almeno 417 gli studenti risultati positivi e 151 i casi positivi tra docenti e personale scolastico, «ma sappiamo bene che il dato è sottostimato».

Link utili

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *