Categorie
ATTUALITÀ Corea del Sud Coronavirus (COVID-19) India Italia Lombardia Protezione civile Sanità Vaccini

Coronavirus, ultime notizie – In Corea del Sud oltre 200 nuovi positivi in 24 ore. Calano i contagi in India

In Corea si registrano oltre 200 nuovi casi di contagio per il quarto giorno consecutivo. In India cala il contagio: +29.163 i nuovi positivi, la cifra più bassa da metà luglio. Il fondatore dell’Istituto di Ricerche farmacologiche Mario Negri racconta del suo medico di famiglia sprovvisto del vaccino contro l’influenza
L’articolo Coronavirus, ultime notizie – In Corea del Sud oltre 200 nuovi positivi in 24 ore. Calano i contagi in India proviene da Open. …


Ultimi bollettini:

Per saperne di più:

Sono oltre 55 milioni i casi di Coronavirus registrati nel mondo: lo dice la dashboard della Johns Hopkins University, che segnala anche 1,3 milioni di vittime totali. Gli Stati Uniti sono arrivati a contare 11,2 milioni di contagi da quando è iniziato il monitoraggio della pandemia. L’India è il secondo Paese più colpito al mondo, con 8,8 milioni di infezioni registrate. Al terzo posto c’è il Brasile: 5,8 milioni di casi di positività al Sars-CoV-2. Il Paese più impattato in Europa e quarto al mondo per numero di infezioni è la Francia, con più di 2 milioni di contagi.

COREA DEL SUD

Seul, Corea del SudEPA/JEON HEON-KYUN | Seul, Corea del Sud

Regole anti virus più stringenti

Misure restrittive più dure quelle pensate in Corea del Sud per arginare l’aumento dei nuovi casi di Covid-19. Tra le decisioni del governo quella di rafforzare le regole di allontanamento sociale, «azione necessaria per evitare una crisi in vista dell’arrivo della stagione influenzale invernale» ha spiegato il primo ministro del Paese, Chung Sye-kyun.

La decisione arriva dopo aver registrato in 24 ore più di 200 nuovi positivi e per il quarto giorno consecutivo. Con un totale di contagiati arrivato a 29.999, insieme al bilancio delle vittime pari 497. Numeri che preoccupano e che arrivano dopo che il Paese era stato più volte elogiato per essere riuscito finora a prevenire una grave epidemia di massa con un tracciamento rigoroso e isolamenti rispettati alla lettera.

«I nostri sforzi anti- coronavirus stanno affrontando una crisi e la situazione è particolarmente grave nell’area metropolitana di Seoul», ha spiegato il primo ministro, Chung Sye-kyun durante una riunione di alti funzionari sanitari. «La decisione di oggi causerà maggiori disagi nella nostra vita quotidiana» ha continuato, «ma sappiamo tutti per esperienza che ci sarà una crisi ancora più grande se non agiamo ora».

INDIA

Donne indiane durante il Diwali, la festa delle luci indùANSA | Donne indiane durante il Diwali, la festa delle luci indù

Il bollettino più basso dalla metà di luglio

Numeri in calo sul bollettino giornaliero dei contagi da Covid-19 in India. Le infezioni registrate nelle ultime 24 ore sono 29.163, il dato più basso da metà luglio. Il ministero della Salute ha fatto così sapere della forte diminuzione della cifra di nuovi positivi, per un totale di casi attualmente arrivato a quota 8,87 milioni. L’India è il secondo Paese dopo gli Stati Uniti con il più alto numero di contagi da quando a settembre ha raggiunto il suo più alto picco.

La diminuzione dei casi ora potrebbe essere però minacciata dalla stagione dei festival indiani. La prima celebrazione, quella del Diwali, la festa delle luci indù, è avvenuta nell’ultimo fine settimana e si teme possa aver fatto già danni per il nuovo prossimo incremento della curva epidemica nel Paese. Un dato che non accenna a diminuire è quello che riguarda i decessi, nelle ultime 24 ore sono state registrate +449 vittime, con un bilancio complessivo di 130.510 morti.

ITALIA

VaccinoEPA/MICHAEL REYNOLDS | Somministrazione di un vaccino

Lo scienziato Garattini, tra le categorie più a rischio, aspetta ancora l’antinfluenzale

«Sono uno dei tanti cittadini anziani che sta aspettando il vaccino anti-influenzale ma il medico di famiglia mi dice che non è ancora disponibile, eppure ho 92 anni, dovrei vaccinarmi come del resto faccio ogni anno». A parlare al Corriere della Sera il professor Silvio Garattini, fondatore dell’Istituto di Ricerche farmacologiche Mario Negri. Scienziato ma anche tra i cittadini nella fascia più a rischio che avrebbe diritto all’immediata vaccinazione anti-influenzale, cosa che oramai in Lombardia sembra stia diventando un privilegio per pochi fortunati.

Dal canto suo La Regione cerca di rassicurare: «Sono arrivate a oggi due milioni e 600 mila dosi e venerdì ogni medico di famiglia avrà a disposizione 300/400 somministrazioni per i propri assistiti», dice. Intanto il grosso ritardo nella somministrazione del vaccino nell’anno della Covid comporta attualmente un duplice danno, come Garattini ricorda: «Da una parte crea la differenziazione fra malati di influenza e persone che sono invece colpite dal virus; dall’altra quattro nuovi studi internazionali ci dicono che campioni consistenti di over 60 vaccinati per l’influenza non sviluppa Covid-19 nel 15% dei casi».

Link utili

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *