Categorie
Abruzzo ATTUALITÀ Basilicata Calabria Campania Coronavirus (COVID-19) Emilia-Romagna Fase 2 Fase 3 Friuli-Venezia Giulia Governo Conte II Italia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise OMS Protezione civile Puglia RSA Sanità Sardegna Scuola Sicilia Toscana Trentino-Alto Adige Umbria Veneto

Coronavirus, ultime notizie – In Italia oltre 300 guariti nelle ultime 24 ore. In Lombardia stabile il numero delle terapie intensive. Bonus babysitter ai nonni, la ministra Bonetti boccia la circolare Inps

In Italia Sono 16.496 le persone attualmente positive al Covid-19, i guariti hanno raggiunto quota 189.196. È già polemica per il bonus baby sitter per i nonni. Il Cts invita la ministra Azzolina ad anticipare l’ingresso degli studenti nelle scuole alle 7, onde evitare assembramenti sui mezzi pubblici
L’articolo Coronavirus, ultime notizie – In Italia oltre 300 guariti nelle ultime 24 ore. In Lombardia stabile il numero delle terapie intensive. Bonus babysitter ai nonni, la ministra Bonetti boccia la circolare Inps proviene da Open. …


Per saperne di più:

Ultimi bollettini:

Bonus babysitter ai nonni, la ministra Bonetti contro la circolare dell’Inps

ANSA/Mario De Renzis

Bonus babysitter ai nonni: a meno di 24 ore la circolare Inps che estende la possibilità di far pagare anche i familiari non conviventi con i voucher per l’assistenza ai bambini, estendendo di fatto il bonus babysitter introdotto per l’emergenza Coronavirus anche ai nonni, è stata sommersa da una valanga di commenti negativi.

Anche tra alcuni esponenti del governo, come la ministra per le pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti di Italia Viva, che ha bocciato l’idea per i rischi che la misura pone alla salute degli anziani: «Ho preso atto della circolare dell’Inps – dichiara -. Resta il fatto che anche in questa fase i nonni devono essere oggetto della nostra massima tutela e proteggere la loro salute che era e resta una priorità».

Scuola, il Cts propone di anticipare l’orario di ingresso

Ansa | L’ingresso di una scuola elementare

L’ingresso scaglionato rientra tra le proposte fatte dal ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina per il ritorno in presenza a scuola a settembre. Ma nel regolare l’orario bisognerà tenere conto anche dei flussi di traffico sul trasporto pubblico onde evitare la creazione di nuovi assembramenti.

Come si legge su Il Messaggero di oggi, il Comitato tecnico scientifico avrebbe raccomandato al Governo di anticipare l’ingresso a partire dalle 7 proprio per questo motivo. I criteri potrebbero variare a seconda della frequenza negli ultimi anni della scuola superiore, oppure tenendo conto del tragitto che gli studenti compiono per andare a scuola. Tutte proposte che dovranno essere messe a punto nei Tavoli regionali operativi da insediare presso gli Uffici Scolastici Regionali del Ministero dell’Istruzione.

Mes, quali sono i veri rischi a cui andiamo incontro?

EPA/FRANCOIS LENOIR / POOL | Ursula von der Leyen

Tramite il Meccanismo europeo di stabilità (Mes), detto anche Fondo Salva-Stati, ovvero un’organizzazione internazionale nata come fondo per stabilizzare l’eurozona, l’Unione europea ha messo a disposizione dell’Italia 37 miliardi di euro da spendere sul sistema sanitario.

Ma il Paese e la politica sono divisi tra chi ritiene il prestito incondizionato un’opportunità che l’Italia non deve rifiutare e chi invece lo vede come un rischio che l’Italia non può permettersi di correre.

Ma quali sono i rischi? In parte il problema è dovuto al fatto che nessun altro paese mediterraneo – tranne Cipro – ha detto di si al prestito, per il momento. Altro problema invece riguarda come spendere i finanziamenti.

Fase 3, in Puglia arriva il Reddito Dignità

Nell’arco di poche ore sono state presentate oltre 500 domande al portale www.sistemapuglia.it per accedere al nuovo Reddito di Dignità pensato dalla Regione Puglia per far fronte alla crisi prodotta dal Coronavirus. «I numeri delle domande – ha evidenziato il governatore Michele Emiliano – ci confermano l’importanza di questa misura regionale per tanti cittadini e famiglie pugliesi. Ne siamo sempre stati convinti e per questo abbiamo deciso di rifinanziare il ReD e di renderlo ancora più forte, allargando la platea e aumentando il beneficio economico a 500 euro per un anno».

Al Reddito di Dignità, possono accedere famiglie che sono sotto la soglia Isee di 9.360 euro. «Si tratta di uno strumento di politica attiva di inclusione sociale – commenta Titti De Simone, consigliera del presidente per l’attuazione del programma – e prevede l’obbligatorietà di accompagnare il beneficio economico a un percorso di attivazione del beneficiario e del suo nucleo familiare. Una misura regionale determinante nel potenziare la platea dei beneficiari delle politiche di contrasto alla povertà».

Salvini a Mondragone attacca la sinistra e il governo

MAURIZIO BRAMBATTI/ANSA | Il leader della Lega, Matteo Salvini, parla con i giornalisti al suo arrivo al Senato per le comunicazioni del premier Conte in vista del prossimo Consiglio UE, Roma 17 giugno 2020

«Qualcuno a sinistra è riuscito a speculare sui morti per fare politica, mentre il presidente della Repubblica Mattarella ha ricordato Codogno e ieri è stato a Bergamo». Così il leader della Lega Matteo Salvini intervenendo alla trasmissione Quarta Repubblica su Rete4 ieri sera dopo la visita a Mondragone, il comune nel casertano dove recentemente è stato scoperto un mini-focolaio. «Il vero problema è il lavoro – ha affermato Salvini – la cassa integrazione non c’è, il governo sono tre mesi che ci fa delle aperture per ascoltarci, ma solo a parole».

Zingaretti risponde a Salvini: «Come si fa a lucrare su casi simili?»

A Salvini ha risposto in serata il segretario del Pd Nicola Zingaretti: «Con tutto quello che è successo, come si fa a lucrare su casi simili? – chiede retoricamente Zingaretti su Facebook -.Per fortuna non governano questi irresponsabili. Con il Covid sarebbe stata una catastrofe, come in Brasile con Bolsonaro».

Gualtieri: «Valutiamo proroga cassa integrazione e blocco dei licenziamenti»

ANSA/FILIPPO ATTILI | Il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri

«Dovremo prolungare blocco dei licenziamenti e cassa integrazione» e «renderli gradualmente più selettivi per sostenere integralmente i settori più in difficoltà e fornire gli incentivi giusti per ripartire». Così il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, ospite di In onda su La7. Durante il suo intervento il ministro ha spiegato che oggi il governo avrà «un incontro importante» anche su questi temi. «Sono già stati erogati 1,6 miliardi – ha continuato il ministro – vale a dire 480mila domande già soddisfatte di aziende e negozi che hanno ricevuto il contributo a fondo perduto».

Link utili:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *