Categorie
ATTUALITÀ Brasile Cina Coronavirus (COVID-19) Italia Lombardia Messico Protezione civile Regno Unito Sanità

Coronavirus, ultime notizie – Inghilterra, controlli e divieti sui movimenti di 4 milioni di persone. In Cina oltre 4 milioni di test nella provincia di Liaoning

Dopo un nuovo incremento dei casi il Regno Unito corre ai ripari e impone nuove regole sulla vita di circa 4 milioni di persone nel nord del Paese. In Cina continua l’impennata di contagi nella regione dello Xinjiang. Il Messico è invece ora il terzo Paese al mondo per numero di vittime
L’articolo Coronavirus, ultime notizie – Inghilterra, controlli e divieti sui movimenti di 4 milioni di persone. In Cina oltre 4 milioni di test nella provincia di Liaoning proviene da Open. …


Per saperne di più:

Ultimi bollettini:

Johns Hopkins University (JHU) | Mappa Covid-19 (31 luglio 2020)

Secondo i dati della Johns Hopkins University i casi positivi nel mondo superano i 17,3 milioni. In pochi giorni, dopo aver superato quota 4 milioni di contagi da Coronavirus, gli Stati Uniti sono ora vicini ai 4 milioni e mezzo di casi. Un andamento dell’epidemia che non sembra rallentare per gli Usa, primo Paese al mondo per numero di persone infette e vittime, con 152mila decessi. Segue il Brasile con 2.610.102 casi e 91.263 decessi. Terza l’India con 1.634.993 contagi, seguita dalla Russia con 832.993.

REGNO UNITO

AFP/OLI SCARFF | Greater Manchester, Inghilterra

Movimenti limitati per 4 milioni di persone nel nord del Paese

La seconda ondata di contagi che sembra stia investendo l’Europa ha colpito anche in Inghilterra. Dalla mezzanotte scorsa importanti restrizioni sono state imposte ai movimenti di oltre 4 milioni di persone nel nord dell Paese, a seguito di un ritorno dei casi. Alle persone di gruppi familiari diversi è proibito incontrarsi al chiuso nella Greater Manchester e in parti del Lancashire orientale e del West Yorkshire.

Le autorità fanno sapere che un nucleo familiare potrà andare al pub, ma senza mescolarsi con altre persone. La polizia potrà verificare e far applicare le restrizioni. Regole che arrivano quasi un mese dopo che le misure restrittive erano state allentate.

AMERICA LATINA

EPA/Carlos Lopez | San Cristobal de las Casas, Messico

Messico terzo al mondo per numero di vittime. In Brasile risultata positiva la first lady Michelle Bolsonaro

Con i 639 decessi registrati nelle ultime 24 ore, il Messico ha superato il Regno Unito ed è diventato il terzo Paese al mondo per numero di vittime superando quota 46mila, dietro a Stati Uniti e Brasile. I nuovi casi positivi sono stati 7.730 per un totale che è arrivato a 416.179.

In Brasile invece la first lady Michelle Bolsonaro è risultata positiva al Coronavirus. La notizia arriva cinque giorni dopo che suo marito ha annunciato di essersi ripreso dal Covid. La first lady 38enne «è in buona salute e seguirà tutti i protocolli stabiliti», ha affermato l’ufficio del presidente. Intanto nel Paese il numero di contagi è salito a 2.610.102 con un bilancio di 91.263 morti.

CINA

PA/ROMAN PILIPEY | Pechino, Cina

Nuove restrizioni di viaggio nello Xinjiang: paura per i campi di internamento. Nel Liaoning oltre 4 milioni di test

Dopo un aumento nei contagi, la Cina ha introdotto nuove restrizioni di viaggio a Urumqi, la capitale dello Xinjiang, richiedendo alle persone che arrivano in città da regioni ritenute ad alto rischio di infezione di sottoporsi a una quarantena di due settimane. Da metà luglio l’epidemia dello Xinjiang, con focolai nella capitale, ha visto oltre 600 casi, inclusi 127 nuovi segnalati nell’ultima giornata.

Gli esperti hanno lanciato l’allarme in particolare per il rischio per le persone detenute nei campi di “rieducazione” dove sono rinchiusi appartenenti a varie minoranze turcofone e musulmane. Anche nella provincia di Liaoning la Cina ha registrato una nuova impennata di casi, in particolare nella capitale Dalian. I media statali hanno riferito che oltre 17.500 medici sono stati mobilitati per gestire quasi 2.700 siti di test in tutta la città. A mezzanotte di martedì sono stati raccolti oltre 4 milioni di campioni.

ITALIA

ANSA/NICOLA FOSSELLA | Vo’ Euganeo, Padova

Il sindaco di Vo’ Euganeo: «Non ci sono stati morti? Bocelli venga a fare un giro da noi»

«Che cosa abbiamo fatto in tutti questi mesi a Vo’?». È la domanda che il sindaco della città veneta – Giuliano Martini – pone ad Andrea Bocelli dopo le dichiarazioni negazioniste di quest’ultimo. In un’intervista a La Stampa Martini, commentando le parole del cantante che dice di non aver visto morti da Covid risponde: «Venga a fare un giro da noi, gli presenteremo qualcuno dei parenti delle vittime».

A Bocelli che si è sentito umiliato dalla clausura il sindaco dice con ironia: «Anche a Vo’ siamo stati fortunati, è un paese di campagna, si potevano fare due passi all’aria aperta. Non si può ironizzare sulle misure prese perché sono servite a tenere vive le persone». E alla domanda se Salvini abbia sbagliato il sindaco della Lega parla di questione di sensibilità rispetto all’utilizzo della mascherina. Martini placa poi tutte le questioni politiche: «Per me la lotta al Covid è solo un fatto tecnico».

Link utili:

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *