Categorie
ATTUALITÀ Australia Coronavirus (COVID-19) Germania Italia Lombardia Protezione civile Ricerca scientifica Sanità

Coronavirus, ultime notizie – Lo stato australiano del Queensland chiude i suoi confini. In Germania ancora 741 casi. I medici tedeschi: «Siamo già in una seconda ondata»

Dopo il coprifuoco imposto a Melbourne, lo Stato di Queensland corre ai ripari e chiude i suoi confini. In Germania non si arresta la crescita dei contagi e i medici chiedono alla popolazione di rispettare le misure di distanziamento. In Italia un laboratorio toscano ha individuato tre super anticorpi contro il virus
L’articolo Coronavirus, ultime notizie – Lo stato australiano del Queensland chiude i suoi confini. In Germania ancora 741 casi. I medici tedeschi: «Siamo già in una seconda ondata» proviene da Open. …


Per saperne di più:

Ultimi bollettini:

Johns Hopkins University (JHU) | Mappa COVID-19 (5 agosto 2020)

I decessi da Coronavirus nel mondo – secondo i dati della Johns Hopkins University – hanno toccato quota 700.741 mentre il totale dei contagi è arrivato a toccare i 18.543.662. Negli Stati Uniti – Paese più colpito dall’epidemia – il numero dei contagi è di 4.771.087. Il bilancio delle vittime è complessivamente di 156.806. In Brasile i casi sono 2.801.921 con 95 mila decessi. L’India è invece vicina ai 2 milioni di contagi. Seguono Russia e Sudafrica con, rispettivamente, 859.762 e 521.318 positivi.

AUSTRALIA

EPA/MICK TSIKAS AUSTRALIA | New South Wales, Australia

Lo stato di Queensland chiude i suoi confini

In Australia lo stato del Queensland chiuderà il suo confine con lo stato del New South Wales (NSW) per arginare una seconda ondata di infezioni Coronavirus. Un ritorno dei contagi ha già colpito la città di Melbourne, la seconda più grande dell’Australia, costringendo lo stato di Victoria a imporre un coprifuoco notturno, e a limitare i movimenti delle persone.

La premier dello stato di Queensland, Annastacia Palaszczuk, ha dichiarato che i viaggiatori provenienti dal New South Wales e dalla capitale Canberra non potranno entrare. «Abbiamo visto che Victoria non sta migliorando e non aspetteremo che il Nuovo Galles del Sud peggiori. Dobbiamo agire», ha detto Palaszczuk in una conferenza stampa a Brisbane.

GERMANIA

EPA/LUKAS BARTH-TUTTAS | Monaco, Germania

Altri 741 contagi nelle ultime 24 ore

In Germania sono 741 i casi individuati nelle ultime 24 ore. Secondo il Robert Koch Institute, i numeri mostrano un lieve calo rispetto al giorno precedente quando i nuovi contagi erano 879. Il numero totale di casi in Germania è salito a 212.022 con 9.168 morti. Si stima che 194.600 persone siano sopravvissute alla malattia.

Tuttavia, il Paese – dopo aver arginato la diffusione nei primi mesi dell’epidemia – rischia di essere travolto da una seconda ondata dopo le persone hanno infranto le regole di distanziamento sociale. Secondo Susanne Johna, presidente del Marburger Bund, che rappresenta i medici del Paese «Siamo già in una seconda ondata», ha detto al quotidiano Augsburger Allgemeine. Johna ha esortato le persone a continuare a rispettare le regole di distanziamento sociale e di igiene e indossare mascherine.

ITALIA

ANSA/LUCA ZENNARO

Centro di ricerca toscano individua tre anticorpi “superpotenti” per sconfiggere il Sars-Cov-2

Anticorpi contro il Coronavirus. Una cura su cui sta lavorando Rino Rappuoli, coordinatore del MAD (Monoclonal Antibody Discovery) Lab di Toscana Life Sciences, a Siena. Il suo team – fa sapere il Corriere della Sera – ha individuato tre anticorpi estremamente potenti contro il Coronavirus.

«Si tratta di armi biologiche che combattono il virus – dice Rappuoli al quotidiano-, il nostro obiettivo è usare queste molecole naturalmente presenti nel nostro organismo per produrre farmaci. Per isolare e purificare i tre anticorpi super potenti abbiamo studiato a fondo le cellule B dal sangue di pazienti convalescenti, isolando solo quelle in grado di riconoscere il virus: parliamo dello 0,1 per cento del totale».

Il gruppo toscano ha individuato tre candidati con speranze concrete: «Abbiamo identificato 450 anticorpi in grado di neutralizzare il Coronavirus, ma la maggior parte ha un effetto limitato per cui sarebbe necessario, una volta ottenuto il farmaco, ricorrere a dosi altissime per curare i positivi, per via endovenosa». Discorso diverso per gli anticorpi considerati super potenti che sarebbero in grado di sconfiggere la malattia anche «se somministrati in piccole quantità, con una semplice iniezione sottocutanea».

Link utili:

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *