Categorie
Anthony Fauci ATTUALITÀ Coronavirus (COVID-19) Giappone Italia Protezione civile Sanità USA Vaccini

Coronavirus, ultime notizie – Usa, Anthony Fauci: «Seguite le precauzioni ed eviteremo un lockdown». In Giappone record di casi: +1.660 in 24 ore

L’infettivologo americano chiede alla popolazione di fare attenzione indossando mascherine e seguendo il distanziamento sociale. In Giappone il premier non dichiara lo stato di emergenza. In Italia spunta l’ipotesi esercito per la distribuzione del vaccino
L’articolo Coronavirus, ultime notizie – Usa, Anthony Fauci: «Seguite le precauzioni ed eviteremo un lockdown». In Giappone record di casi: +1.660 in 24 ore proviene da Open. …


Ultimi bollettini:

CORONAVIRUS INDICE DI GRAVITÀ DEL CONTAGIO IN ITALIAOpen | Andamento indice di gravità del contagio (12 novembre 2020)

Per saperne di più:

I casi da Coronavirus nel mondo sono arrivati a quota 52,7 milioni. Il numero dei decessi è invece di 1,2 milioni, secondo i dati della Johns Hopkins University. Con oltre 10,5 milioni di contagi, gli Stati Uniti sono il Paese più colpito dalla pandemia globale. Al secondo posto l’India, con 8,7 milioni di positivi. Segue il Brasile con più di 5,7 milioni di casi. Mentre al quarto posto c’è il primo tra i Paesi europei, la Francia, che registra 1,9 milioni di contagi.

USA

Anthony FauciEPA/KEVIN DIETSCH | Anthony Fauci

Anthony Fauci chiede più sforzi ai cittadini americani

Nella giornata di ieri gli Stati Uniti hanno registrato 160 mila nuovi casi. Un nuovo record per il Paese. Il dottore ed esperto di malattie infettive, Anthony Fauci, ha esortato quindi ancora una volta gli americani a raddoppiare le precauzioni fondamentali per rallentare la crescita dei contagi e diminuire la pressione sugli ospedali. Intervenuto alla trasmissione Good Morning America, Fauci ha rassicurato i cittadini annunciando che un lockdown generalizzato a livello nazionale è improbabile. Secondo l’infettivologo se tutti i cittadini seguono scrupolosamente le misure preventive di base, come indossare la mascherina e il distanziamento sociale, si potrà combattere la diffusione senza una chiusura: «Credo davvero che possiamo farcela senza uno stop», ha dichiarato.

GIAPPONE

Tokyo, Giappone EPA/FRANCK ROBICHON | Tokyo, Giappone

Il premier: «Non serve lo stato di emergenza». Ma per le autorità sanitarie il Paese è già dentro una terza ondata

Con un aumento record di casi giornalieri, il primo ministro Yoshihide Suga, ha dichiarato che non è necessario un secondo stato di emergenza. Nella giornata di ieri il Giappone ha segnalato 1.660 infezioni, di queste 393 sono state individuate nella capitale Tokyo. Nonostante le parole del premier, il presidente dell’associazione Medica di Tokyo, Toshio Nakagawa, ha avvertito che il Paese sta entrando in una terza ondata di Coronavirus. Il primo aumento dei casi in primavera aveva costretto l’allora primo ministro, Shinzo Abe, a dichiarare uno stato di emergenza durato sette settimane. Le persone sono state quindi incoraggiate a evitare uscite non essenziali e lavorare da casa, mentre è stato chiesto di chiudere ristoranti e bar.

ITALIA

EPA/BIONTECH | Una fase della sperimentazione in laboratorio di un vaccino

Ipotesi esercito per la distribuzione del vaccino

Dopo l’annuncio di Pfizer/BioNtech sull’efficacia del loro vaccino, ieri il commissario per l’emergenza Coronavirus, Domenico Arcuri, ha annunciato che le prime dosi arriveranno in Italia a fine gennaio 2021. Per la distribuzione sarà coinvolto La Difesa. Non si esclude dunque che i militari possano contribuire alla somministrazione delle dosi e che l’intero compartimento della Difesa possa curare tutta la parte logistica. Il premier Giuseppe Conte ha inoltre assicurato, per quanto riguarda i Paesi più poveri, che la distribuzione sarà garantita a tutti. «Accogliamo con favore le notizie sui vaccini che vengono dalla ricerca. Siamo sicuri che scienza, medicina e tecnologia forniranno gli strumenti di cui abbiamo bisogno – ha dichiarato ieri al Forum sulla Pace di Parigi – adesso è nostra responsabilità garantire che, una volta disponibile, saremo pronti alla distribuzione in maniera sicura, efficace, tempestiva e ed equa in tutto il mondo».

Link utili

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *