Categorie
ATTUALITÀ Canada Coronavirus (COVID-19) Italia Lombardia Protezione civile Sanità USA

Covid-19, ultime notizie – In Usa i bambini sempre più colpiti dal virus. Canada, tornano le restrizioni in Québec

Negli Usa aumenta il numero degli adolescenti contagiati: tutta colpa della scuola e degli sport. In Québec, invece, a causa dell’aumentare dei casi, chiusi ristoranti, cinema e teatri. Il primo caso di influenza stagionale in Italia ha colpito un bambino di appena nove mesi
L’articolo Covid-19, ultime notizie – In Usa i bambini sempre più colpiti dal virus. Canada, tornano le restrizioni in Québec proviene da Open. …


Ultimi bollettini:

Per saperne di più:

Sono 33,6 milioni i casi di Coronavirus in tutto il mondo. Le vittime, invece, sono oltre 1 milione, come riporta la Johns Hopkins University nel bollettino odierno. Gli Stati Uniti ancora una volta sono il Paese più colpito dalla pandemia con quasi 7,1 milioni di contagi e oltre 205 mila decessi. In India i casi sono 6,2 milioni con più di 97 mila vittime mentre in Brasile sono 4,7 milioni con quasi 143 mila morti. A seguire Russia, Colombia, Perù, Spagna e Messico.

ITALIA

Il controllo della temperatura all'ingresso di un asilo a MilanoAnsa/Matteo Corner | Il controllo della temperatura all’ingresso di un asilo a Milano

Primo caso di influenza a Parma: il paziente è un bambino di nove mesi

A Parma è stato registrato il primo caso di influenza stagionale che ha colpito un bambino di appena nove mesi. In lieve anticipo rispetto agli scorsi anni, segna l’avvio della stagione influenzale in Italia. A isolarlo è stato il team della direttrice della Scuola di specializzazione in microbiologia e virologia dell’ateneo di Parma, Adriana Calderaro, che ha individuato un virus influenzale del ceppo A sottotipo H3N2.

Si tratta – spiega Adriana Calderaro – di «un virus non nuovo, rispetto al quale una gran parte della popolazione adulta ha già sviluppato gli anticorpi». Per questo motivo «non ci attendiamo grandi numeri nella popolazione adulta» e questo «lascia ben sperare sul fatto che si possano venire a determinare meno sovrapposizioni con la sintomatologia da Covid». Il ceppo è comunque «compreso nella formulazione del vaccino anti-influenzale di quest’anno». Quindi nessun allarme ma solo tanta prudenza.

USA

Los Angeles, UsaEPA/ETIENNE LAURENT | Los Angeles, Usa

I bambini di tutte le età costituiscono il 10% dei casi negli Stati Uniti

L’allarme arriva dagli Stati Uniti dove sempre più bambini sono colpiti dal Coronavirus. Dopo gli anziani, anche i pazienti più piccoli, come riferisce AP: una tendenza alimentata quasi sicuramente dalla riapertura delle scuole e dalla ripresa di sport e attività. I bambini di tutte le età, quindi, costituiscono il 10% dei casi negli Stati Uniti rispetto al 2% di aprile, secondo l’American Academy of Pediatrics.

La buona notizia è che la maggior parte dei bambini contagiati non riporta gravi sintomi. I ricoveri ordinari e soprattutto il tasso di mortalità è decisamente più basso rispetto a quello degli adulti dove il virus può avere effetti decisamente più devastanti. Per questo motivo la dott.ssa Sara “Sally” Goza, presidente dell’American Academy of Pediatrics, ha sottolineato ancora una volta l’importanza dell’uso delle mascherine oltre al lavaggio continuo delle mani e al distanziamento sociale.

CANADA

Montreal, CanadaEPA/ANDRE PICHETTE | Montreal, Canada

In Québec chiusi ristoranti, cinema e teatri e vietate le visite ad amici e familiari per 28 giorni

La situazione «è diventata critica». A dirlo è il premiere del Québec, François Legault, che si è visto costretto a ripristinare alcune restrizioni per evitare la diffusione (ulteriore) del Coronavirus. Sembrava che la situazione stesse tornando alla normalità e, invece, in Québec (Canada) l’aumento dei casi ha richiesto un intervento tempestivo del governo che ha reintrodotto misure rigidissime come la chiusura di ristoranti, cinema e teatri, vietando le visite ad amici e familiari. Le scuole, invece, resteranno aperte.

«Se non vogliamo che i nostri ospedali vengano sommersi, se vogliamo limitare il numero di morti, dobbiamo agire con forza» ha detto il premier. Le nuove misure saranno imposte per 28 giorni e si applicheranno soltanto a 3 regioni del Québec, inclusa Montreal. La causa di questo rialzo dei casi è da addebitare, secondo gli epidemiologi, a un tracciamento dei contatti inadeguato, alla decisione delle autorità di non chiudere scuole e aziende e anche al comportamento delle persone che hanno abbassato la guardia.

Foto in copertina: EPA/ANDRE PICHETTE

Link utili:

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *