Categorie
Coronavirus Milano - Cronaca

A 105 anni resiste al virus«Adesso voglio cantare»

La donna curata da remoto dagli specializzandi della Statale …

«Meglio cantare che piangere» dice spesso Antonietta Guerci. E nemmeno di fronte all’infezione da coronavirus, contratta a 105 anni, si è persa d’animo. All’inizio di ottobre ha accusato i primi sintomi, per fortuna blandi. Vista l’età è stata portata al pronto soccorso del San Giuseppe. Le sue condizioni le hanno permesso di lasciare subito l’ospedale e di rimanere in isolamento a casa. Non è stata abbandonata a se stessa però. Oltre all’aiuto di Marisol Montenegro, che si occupa di lei e a sua volta si è contagiata, ha avuto il costante supporto dei medici specializzandi di Cod-19. È la centrale che monitora a distanza i positivi dimessi o che trascorrono il periodo di malattia a domicilio.

Nata già in primavera su impulso di Gian Vincenzo Zuccotti, preside della facoltà di Medicina in Statale, col tempo ha esteso la sua attività. «L’Ats ci segnala i casi da monitorare perché considerati più a rischio — spiega Andrea Foppiani, coordinatore degli specializzandi —. Li contattiamo almeno una volta al giorno per valutare le loro condizioni, in particolare la temperatura, l’ossigenazione, l’eventuale presenza di dolori al petto e l’andamento dei sintomi polmonari».

Antonietta non ha mai avuto un valore fuori norma. «È l’unica paziente da noi seguita finora che ha visto l’epidemia di influenza Spagnola — continua Foppiani —. Probabilmente è un caso di selezione genetica, si vede da come ha affrontato il Covid-19». «Non prende farmaci, fino al 2017 camminava per tutta Milano» dice Marisol, 57 anni, in Italia da 19 e con una famiglia in Ecuador. Ora la bisnonna — ha tre figli, tre nipoti e una bisnipote — può considerarsi guarita, dopo 21 giorni senza sintomi. «Sto meglio, non ho più tosse né febbre» dice al telefono. Solo l’umore è ancora basso. Marisol racconta che Antonietta è stata guida turistica e quando è allegra ama parlare di Parigi e di Roma o evocare ricordi della guerra. Con l’età non ha scordato il francese. La pioggia e il grigio di questi giorni hanno posato su di lei un velo di malinconia. «Ma col bel tempo tornerà a cantare» assicura Marisol.

6 dicembre 2020 | 10:30

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *