Categorie
Coronavirus Tecnologia

A Milano l’ascensore che si sanifica da solo eliminando batteri e virus

Installato al Leonardo3 Museum, ha un sistema automatico formato da lampade Uv e ventole per la filtrazione dell’aria …

«Si pulisce da solo!», diceva ammiccando il protagonista della pubblicità di un fornetto egli anni ’80. Il medesimo slogan però vale per un’invenzione molto più tecnologica e interessante sbarcata al Leonardo3 Museum di Milano. Chiamata CARe, è un kit che permette all’ascensore d’ingresso del museo leonardesco di sanificarsi da solo e renderne più sicuro l’uso.

Come funziona

Realizzato dall’Igv Group di Vignate, nel milanese, e prodotto interamente in Italia, CARe opera su due livelli. Prima di tutto sfrutta la luce ultravioletta UV-C, la medesima che viene impiegata per la sanificazione degli ambienti ospedalieri, per sterilizzare le superfici della cabina, la pulsantiera e il corrimano a ogni passaggio. La luce emessa da faretti Led infatti si attiva automaticamente quando non vengono rilevate persone a bordo. Per l’aria invece c’è un sistema di ventilazione con filtro assoluto Hepa e membrana ai carboni attivi con una portata di un metro cubo al minuto. Virus e batteri trasportati dal particolato vengono così catturati senza usare l’ozono che potrebbe irritare le mucose in assenza di un adeguato ricambio di aria.

Si può installare in qualunque ascensore

La peculiarità del sistema è che può essere applicato a qualsiasi tipo d’impianto già installato con un minimo intervento, come spiega Igv Group. Si tratta infatti di posizionare l’unità CARe sul tetto di cabina, predisporre i fori necessari per le bocchette di aerazione e per i faretti Led e collegare il tutto all’elettronica di cabina. CARe poi non ha nessuna interfaccia: gestisce in autonomia sia il funzionamento del riciclo dell’aria, sia l’attivazione della luce UV-C e per la manutenzione basta cambiare i filtri ogni sei mesi. Come a dire che sì, si pulisce da solo.

26 agosto 2020 (modifica il 28 agosto 2020 | 10:31)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *