Categorie
Coronavirus Esteri

Berlino, 20 mila alla marcia «anti mascherine»: «Le misure della Merkel sono dittatoriali»

Il via alla manifestazione dopo che un tribunale aveva rigettato il divieto imposto dalle autorità cittadine per ragioni di salute pubblica. In Germania 1.500 nuovi casi al giorno …

Oltre ventimila persone da questa mattina a Berlino manifestano contro le misure anti-covid messe in campo dal governo tedesco per contrastare il ritorno del virus. Mercoledì le autorità cittadine avevano proibito la marcia, per «ragioni di salute pubblica», sostenendo che sarebbe stato impossibile far rispettare le regole sul distanziamento sociale. Ieri un tribunale amministrativo ha dato ragione ai manifestanti: sì alla riunione, niente obbligo delle mascherine ma rispetto della regola di 1,5 metri tra persona e persona.

Leggi anche

Poliziotti schierati

Tremila gli agenti di polizia schierati nell’eventualità di scontri. Gli organizzatori della marcia (la seconda in un mese in Germania) avevano dato appuntamento a sostenitori da tutta Europa per quella che è stata battezzata «festa della libertà e della pace», che ha visto la partecipazione di una folla eterogenea di sedicenti «liberi pensatori», militanti no-vax, simpatizzanti di estrema destra. Giovani e anziani, famiglie con bambini si sono ritrovati sotto la Porta di Brandeburgo, uno dei luoghi simbolo della capitale tedesca.

Slogan e bandiere

«Sono qui per difendere le nostre libertà fondamentali», ha detto alla France Press un uomo di nome Stefan, 43 anni, con il cranio rasato e T-shirt con la scritta «Pensate con la vostra testa». «Il governo deve fare attenzione», dice la studentessa ventiduenne Christina Holz, con indosso una maglietta inneggiante alla liberazione di Julian Assange, fondatore di Wikileaks. Molte bandiere: americane, russe, del Terzo Reich. Magliette con la «Q» diventata simbolo delle teorie cospirative. L’ispiratore della manifestazione, l’imprenditore informatico Michael Ballweg alla testa del gruppo «Pensatori non conformisti 711» di Stoccarda, ha detto che «vietare la marcia sarebbe stato un attacco alla Costituzione tedesca che protegge il diritto di espressione». I seguaci di Ballweg definiscono «misure dittatoriali» quelle decise dal governo tedesco per combattere il ritorno della pandemia (questa settimana circa 1.500 nuovi casi al giorno). Chiedono le dimissioni di Angela Merkel e nuove elezioni per ottobre 2020.

L’estrema destra e la Cancelliera

Numerosi esponenti dell’estrema destra hanno invitato la gente a scendere in piazza con «gli anti-mascherine». Il deputato di Alternativa per la Germania ha definito la manifestazione «una vittoria della libertà». Diverse organizzazioni di sinistra hanno dato vita a contro-manifestazioni di sostegno alla linea del governo. La cancelliera Angela Merkel ieri aveva messo in guardia i tedeschi da «un’evoluzione della pandemia che si annuncia ancora più difficile nei prossimi mesi».

29 agosto 2020 (modifica il 29 agosto 2020 | 14:33)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *