Categorie
Coronavirus Tecnologia

BlueBreath, la prima mascherina ventilata dotata di intelligenza artificiale

È il presidio medico facciale più protettivo al mondo, dotato com’è di una ventilazione speciale che funziona con l’AI. Prodotta con materiali eco-compatibili, offre filtri a cinque strati e la possibilità di cambiare la cover a seconda dei gusti, dello stile e anche del look …

19 ottobre 2020 – 10:19

È il presidio medico facciale più protettivo al mondo, dotato com’è di una ventilazione speciale che funziona con l’AI. Prodotta con materiali eco-compatibili, offre filtri a cinque strati e la possibilità di cambiare la cover a seconda dei gusti, dello stile e anche del look

di Camilla Sernagiotto

Si chiama BlueBreath ed è la prima mascherina per naso e bocca dotata di sistema di ventilazione regolata dall’intelligenza artificiale. È stata presentata come il sistema di protezione facciale più ottimale che ci sia, perfetto sia per proteggere totalmente da virus e batteri sia per garantire un’ossigenazione decuplicata. Il sistema ventilante su cui si basa, infatti, permette di assorbire ossigeno dieci volte in più rispetto a una mascherina senza ventola annessa, rivelandosi dunque la perfetta compagna di sport e attività fisica in generale. Chiunque abbia bisogno di ottimizzare la respirazione, assorbendo così più ossigeno possibile, potrà trovare in BlueBreath un’alleata, specialmente in questo periodo in cui la mascherina non è più un optional. La pandemia da Covid-19 ha reso questo accessorio non più accessorio, anzi: fondamentale, semmai, per proteggersi dal contagio da Coronavirus. E dato che molte persone, specialmente quelle con problemi legati alla respirazione, trovano poco funzionale e confortevole la classica mascherina chirurgica, questa alternativa hi-tech potrebbe essere l’ideale.

prev
La composizione e la struttura della mascherina BlueBreathnext

Scheda 1 di 9

19 ottobre 2020 | 10:19

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *