Categorie
Coronavirus Esteri

Coronavirus, Bolsonaro fa il macho: «Smettiamola di fare le femminucce»

Il presidente brasiliano torna a minimizzare la pericolosità del Covid-19: «Non serve scappare, mi dispiace per i morti ma tutti moriremo un giorno» …

Al suo atteggiamento negazionista nei confronti della pandemia il presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, ci aveva già abituato da tempo e, nonostante anche lui si sia ammalato di coronavirus, non sembra che abbia intenzione di prendere atto della realtà. Così martedì, presentando a una delegazione di imprenditori un piano di rilancio del turismo, è tornato sulla questione sfoderando il miglior repertorio del maschio sovranista: « Smettiamola di essere un Paese di femminucce! Non serve scappare, il virus va affrontato di petto. Che generazione è questa?». Parole sessiste ma anche omofobe perché «maricas» è un’espressione usata per apostrofare gli omosessuali. «Moriremo tutti un giorno, è inutile scappare dalla realtà» ha aggiunto.

[Il Corriere ha creato una newsletter sul coronavirus. È gratis: ci si iscrive qui]

Bolsonaro, poi, non ha risparmiato attacchi ai giornalisti e agli scienziati che ha descritto come «avvoltoi», diffusori di «fake news»: «Non vengo mai lasciato in pace, non posso uscire in strada per mangiare un boccone o per scherzare, perche’ la stampa mi distrugge», ha detto Bolsonaro. «Vogliono spaventare il popolo brasiliano con la seconda ondata — ha aggiunto — ma è la vita. Dobbiamo affrontarla, petto in fuori e al combattimento».

Leggi anche

Il Brasile è il terzo Paese nel mondo per i contagi che sono arrivati 5,7 milioni e il secondo per morti, quasi 163 mila. Ma il presidente rivendica la necessità di non fermare l’economia e ha lavorato per mantenere alto il numero di attività «essenziali», non sottoposte a chiusura, animando a lungo un serrato dibattito con amministratori locali e autorità sanitarie.

Secondo alcuni commentatori, con la sua uscita sessista, Bolsonaro vuole distrarre l’attenzione pubblica dagli scandali per corruzione che vedono coinvolti i suoi due figli, Carlos e Flavio.

12 novembre 2020 (modifica il 12 novembre 2020 | 10:24)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *