Categorie
Coronavirus Moda

Coronavirus, Burioni contro il post «negazionista» di Massimo Boldi: «Non fa ridere»

Il virologo critica un controverso messaggio su Facebook della attore che ha espresso scetticismo sui benefici delle «mascherine da Pecos Bill». L’accademico: «Chi è un personaggio famoso deve pesare le parole». …

22 agosto 2020 – 11:10

Il virologo critica un controverso messaggio su Facebook della attore che ha espresso scetticismo sui benefici delle «mascherine da Pecos Bill». L’accademico: «Chi è un personaggio famoso deve pesare le parole».

di Francesco Tortora e Paola Caruso

Roberto Burioni bacchetta Massimo Boldi. Il virologo ha preso di mira un controverso messaggio che l’attore ha postato il 20 agosto su Facebook in cui esprime scetticismo sui benefici delle mascherine nella battaglia contro il Coronavirus e promuove teorie cospirazioniste: «Stiamo vivendo un mondo che NON va per niente bene – scrive Boldi -. I potenti padroni del pianeta hanno dichiarato guerra a se stessi, non importa cosa è accaduto, non basta, vogliono terrorizzare il mondo ancor di più mari, Monti, regioni, stati. Il popolo ha paura, teme la fine di un mondo a loro perfetto così come l’hanno conosciuto, non vogliono tapparsi la bocca con mascherine da Pecos Hill (personaggio immaginario protagonista di numerose storie di genere western ndr)». Alla fine del post l’attore si affida a Dio e si dice sicuro che attraverso la fede vinceremo la battaglia contro l’epidemia. Burioni non ha gradito le parole di Boldi: « No, non fa ridere – scrive il virologo -. Chi è un personaggio famoso e amato dal pubblico deve pesare con attenzione le parole su argomenti così importanti per la salute di tutti». Boldi è solo l’ultima star a pubblicare post discutibile o addirittura falsi sul tema Covid. Ecco i personaggi famosi che hanno espresso opinioni «complottiste» o «negazioniste» o fuori luogo sulla pandemia, finite alla gogna mediatica.

Scheda 1 di 10

22 agosto 2020 | 11:10

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *