Categorie
ATTUALITÀ Coronavirus Governo Draghi Italia Maturità 2021 Patrizio Bianchi Scuola

Coronavirus, ecco come sarà la Maturità 2021. Si inizia il 16 luglio: colloquio orale e sì alla lode

Il ministro Patrizio Bianchi ha firmato le ordinanze che definiscono le modalità di svolgimento dell’esame di Stato per scuole medie e superiori
L’articolo Coronavirus, ecco come sarà la Maturità 2021. Si inizia il 16 luglio: colloquio orale e sì alla lode proviene da Open. …

Per il secondo anno di fila, la maturità sarà fortemente influenzata dalla diffusione del Coronavirus in Italia. Il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, di fatto, conferma l’impianto della prova formulato dalla sua predecessora Lucia Azzolina: niente prove scritte, ma un colloquio orale che partirà dalla discussione di un elaborato, il cui argomento sarà assegnato agli studenti dal Consiglio di classe entro il 30 aprile. Il neoministro dell’Istruzione, il 4 marzo, ha apposto la sua firma sulle ordinanze che regolano lo svolgimento degli esami di Stato.

Le date e l’elaborato

La prima notizia riguarda la data di inizio, stabilita nel 16 giugno. Le sessioni, che riguarderanno sia le scuole medie che superiori, partiranno alle ore 8.30. Per quanto concerne l’elaborato, gli studenti dovranno consegnarlo entro il 31 maggio: ai candidati viene dato, dunque, un mese di tempo per preparare il documento dal quale prenderà avvio il colloquio. L’elaborato dovrà toccare le discipline che caratterizzano l’indirizzo di studi, le esperienze relative ai Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento e le competenze individuali degli studenti.

Il colloquio

Dopo l’esposizione dell’elaborato, il colloquio verterà sulla discussione di un testo di Lingua e letteratura italiana e con l’analisi di materiali – un testo, un documento, un’esperienza, un problema, un progetto – predisposti dalla commissione e caratterizzanti le diverse discipline. Spazio anche all’esposizione delle esperienze realizzate nell’ambito dei Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento e dell’Educazione civica.

Il voto

Alla conclusione della prova – che avrà una durata indicativa pari a 60 minuti -, i maturandi saranno valutati in centesimi e potranno anche ottenere la lode. I crediti scolastici che concorreranno alla valutazione finale saranno così distribuiti: 18 per la classe terza, fino a 20 per la classe quarta e fino a 22 per la classe quinta. Con l’orale verranno assegnati fino a 40 punti.

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *