Categorie
Coronavirus Salute

Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi 12 dicembre: 19.903 nuovi casi e 649 morti

I dati del bollettino sulla pandemia di Covid-19 di sabato 12 dicembre. Il tasso di positività sale di poco al 10,1% …

In Italia, dall’inizio dell’epidemia di coronavirus, almeno 1.825.775 persone (compresi guariti e morti) hanno contratto il virus Sars-CoV-2: i nuovi casi sono 19.903, +1,1% rispetto al giorno prima (ieri erano +18.727), mentre i decessi odierni sono 649, +1% (ieri erano +761), per un totale di 64.036 vittime da febbraio. Le persone guarite o dimesse sono 1.076.891 complessivamente: 24.728 quelle uscite oggi dall’incubo Covid, +2,3% (ieri erano +24.169). E gli attuali positivi — i soggetti che adesso hanno il virus — risultano essere in totale 684.848, pari a -5.475 rispetto a ieri, -0,8% (ieri erano -6.204). La flessione degli attuali positivi — con il segno meno davanti — dipende dal fatto che i guariti, sommati ai decessi, sono in numero maggiore rispetto ai nuovi casi.

I tamponi sono stati 196.439, ovvero 6.023 in più rispetto a ieri quando erano stati 190.416. Mentre il tasso di positività è del 10,1% (l’approssimazione di 10,131%): vuol dire che su 100 tamponi eseguiti più di 10 sono risultati positivi; ieri era del 9,9%. Questa percentuale dà l’idea dell’andamento dei contagi, indipendentemente dal numero di test effettuati. Qui la mappa del contagio in Italia.

Più contagi in 24 ore rispetto a ieri: ma sono sotto quota 20 mila per il settimo giorno consecutivo, con un rapporto di casi su tamponi che sale di poco dal 9,8% al 10,1% (e si stabilizza intorno al 10%). Nonostante l’indice Rt sia sceso a 0,82 e ci troviamo «in una fase di decrescita», l’incidenza dei casi rimane alta, pari a 193 per 100 mila abitanti (calcolata in una settimana fino al 9 dicembre), come spiega il presidente dell’Iss Silvio Brusaferro. «L’incidenza è un numero ancora lontano, ribadisco lontano, dalla nostra possibilità di tracciare puntualmente tutti i nuovi casi», sottolinea Brusaferro. Da notare che durante tutta la settimana si sono fatte meno analisi: i test giornalieri non hanno mai raggiunto la soglia 200 mila, complice anche il festivo dell’Immacolata, e non aumentano nel weekend.

Non migliora la situazione in Veneto, alle prese con dati elevati. La regione di Zaia — che è la più colpita dal 5 dicembre — registra oggi il suo record assoluto di nuovi positivi (+5.098), superando il picco di +4.197 del 10 dicembre, con più di 100 vittime (oggi 110) per il terzo giorno di fila.

Diminuisce ancora la pressione sul sistema sanitario. I ricoverati nei reparti Covid ordinari sono 28.066 in totale: qui i posti letto occupati sono -496 rispetto al giorno prima (ieri -526). Mentre i malati più gravi in terapia intensiva (TI) sono 3.199 in totale: i posti letto occupati in rianimazione sono -66 rispetto al giorno prima (ieri -26), ma sono entrate +195 persone in TI (ieri +208): vuol dire che nelle ultime 24 ore sono usciti da questi reparti 266 pazienti (195+66) in quanto migliorati o deceduti.

È probabile che parte dei decessi si sia verificata in ospedale, causando la decrescita delle degenze. Si tratta di supposizioni perché non abbiamo dati in merito.

Qui tutti i bollettini dal 29 febbraio. Qui le ultime notizie della giornata.

Il Corriere ha creato una newsletter sul coronavirus. È gratis: ci si iscrive qui.

I casi Regione per Regione

Il dato fornito qui sotto, e suddiviso per Regione, è quello dei casi totali (numero di persone trovate positive dall’inizio dell’epidemia: include morti e guariti). La variazione indica il numero dei nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore, mentre la percentuale rappresenta l’incremento rispetto al giorno precedente, calcolata sul totale regionale.

Lombardia 441.327: +2.736 casi, +0,6% (ieri +2.938)
Veneto 186.549: +5.098 casi, +2,8% (ieri +3.883)
Piemonte 184.527: +1.443 casi, +0,8% (ieri +1.553)
Campania 172.746: +1.414 casi, +0,8% (ieri +1.340)
Emilia-Romagna 142.816 : +1.807 casi, +1,3% (ieri +1.211)
Lazio 138.337: +1.194 casi, +0,9% (ieri +1.230)
Toscana 111.671: +574 casi, +0,5% (ieri +657)
Sicilia 77.382: +1.016 casi, +1,3% (ieri +999)
Puglia 71.797: +1.478 casi, +2,1% (ieri +1.813)
Liguria 55.287: +263 casi, +0,5% (ieri +340)
Friuli-Venezia Giulia 39.516: +884 casi, +2,3% (ieri +843)
Marche 34.317: +451 casi, +1,3% (ieri +483)
Abruzzo 31.740: +277 casi, +0,9% (ieri +262)
P. A. Bolzano 26.533: +250 casi, +0,9% (ieri +252)
Umbria 26.045: +211 casi, +0,8% (ieri +219)
Sardegna 25.645: +168 casi, +0,7% (ieri +198)
Calabria 19.568: +235 casi, +1,2% (ieri +158)
P. A. Trento 18.198: +222 casi, +1,2% (ieri +160)
Basilicata 9.375: +85 casi, +0,9% (ieri +104)
Valle d’Aosta 6.837: +25 casi, +0,4% (ieri +11)
Molise 5.562: +72 casi, +1,3% (ieri +73)

Articolo in aggiornamento…

12 dicembre 2020 (modifica il 12 dicembre 2020 | 17:42)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *