Categorie
Coronavirus Salute

Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi 21 novembre: 34.767 nuovi casi e 692 morti

I dati del bollettino sulla pandemia di Covid-19 di sabato 21 novembre. Il tasso di positività scende al 14,6% …

In Italia, dall’inizio dell’epidemia di coronavirus, almeno 1.380.531 persone (+34.767 rispetto a ieri, +2,6%; ieri +37.242) hanno contratto il virus Sars-CoV-2. Di queste, 49.261 sono decedute (+692, +1,4%; ieri +699) e 539.524 sono guarite o sono state dimesse (+19.502, +3,7%; ieri +21.035). Adesso, gli attuali positivi dei quali si ha certezza sono 791.746 (+14.570, +1,9%; ieri +15.505) e sono visibili nella quinta colonna da destra della tabella in alto; il conto sale a 1.380.531 — come detto sopra — se nel computo ci sono anche i morti e i guariti, conteggiando cioè tutte le persone che sono state trovate positive al virus dall’inizio dell’epidemia.

I tamponi sono stati 237.225, ovvero 852 in meno rispetto a ieri quando erano stati 238.077. Mentre il tasso di positività è intorno al 15% (di preciso 14,6%): vuol dire che su 100 tamponi eseguiti quasi 15 sono risultati positivi; ieri era di circa il 16% (di preciso 15,6%). Questa percentuale dà l’idea dell’andamento dei contagi, indipendentemente dal numero di test effettuati. Questa è la mappa del contagio in Italia.

Meno contagi in 24 ore: un buon segnale. Anche se i casi giornalieri sono sopra quota 30 mila per il quinto giorno consecutivo. Scende di un punto il rapporto di casi su tamponi che passa dal 15,6% al 14,6%. Anche questo è un buon segnale. «La curva comincia ad appiattirsi», ha detto ieri il presidente dell’Iss Silvio Brusaferro — grazie alle restrizioni — e l’indice Rt nazionale è sceso all’1,18. Ma «è presto per cantare vittoria», ha sottolineato Brusaferro.

I pazienti ricoverati con sintomi sono 34.063 (+106, +%; ieri +347), mentre i malati più gravi in terapia intensiva sono 3.758 (+10, +%; ieri +36). Questi dati sono visibili nella tabella in alto, nella seconda e nella terza colonna da sinistra. Per quanto riguarda la pressione sul sistema sanitario, si notano subito incrementi più bassi di posti letto occupati — soprattutto in rianimazione — rispetto a quelli della scorsa settimana.

Qui tutti i bollettini dal 29 febbraio. Qui le ultime notizie della giornata.

Il Corriere ha creato una newsletter sul coronavirus. È gratis: ci si iscrive qui.

I casi Regione per Regione

Il dato fornito qui sotto, e suddiviso per Regione, è quello dei casi totali (numero di persone trovate positive dall’inizio dell’epidemia: include morti e guariti). La variazione indica il numero dei nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore, mentre la percentuale rappresenta l’incremento rispetto al giorno precedente, calcolata sul totale regionale.

Lombardia 366.516 (+8.853, +2,5%; ieri +9.221)
Piemonte 146.934 (+2.896, +2%; ieri +3.861)
Campania 133.056 (+3.554, +2,7%; ieri +4.226)
Veneto 119.726 (+3.567, +3,1%; ieri +3.468)
Emilia-Romagna 103.064 (+2.723, +2,7%; ieri +2.533)
Lazio 100.107 (+2.658, +2,7%; ieri +2.667)
Toscana 92.776 (+1.892, +2,1%; ieri +2.207)
Sicilia 51.871 (+1.838, +3,7%; ieri +1.634)
Liguria 47.516 (+761, +1,6%; ieri +761)
Puglia 42.180 (+1.377, +3,4%; ieri +1.456)
Marche 26.065 (+452, +1,8%; ieri +512)
Friuli-Venezia Giulia 23.983 (+1.043, +4,5%; ieri +1.018)
Abruzzo 23.088 (+541, +2,4%; ieri +705)
Umbria 21.369 (+408, +1,9%; ieri +394)
P. A. Bolzano 20.665 (+548, +2,7%; ieri +736)
Sardegna 18.089 (+511, +2,9%; ieri +581)
P. A. Trento 13.973 (+212, +1,5%; ieri +234)
Calabria 13.452 (+425, +3,3%; ieri +515)
Basilicata 6.362 (+260, +4,3%; ieri +219)
Valle d’Aosta 5.923 (+91, +1,6%; ieri +155)
Molise 3.816 (+157, +4,3%; ieri +139)

Articolo in aggiornamento…

21 novembre 2020 (modifica il 21 novembre 2020 | 17:20)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *