Categorie
Coronavirus Salute

Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi 24 gennaio: 11.629 nuovi casi e 299 morti

I dati del bollettino sulla pandemia di Covid-19 di domenica 24 gennaio. Diminuiscono le vittime: è il dato più basso di gennaio. Meno contagi con meno tamponi (216.211), ma il tasso di positività sale al 5,4% (ieri 4,6%) …

In Italia, dall’inizio dell’epidemia di coronavirus, almeno 2.466.813 persone (compresi guariti e morti) hanno contratto il virus Sars-CoV-2: i nuovi casi sono 11.629, +0,5% rispetto al giorno prima (ieri erano +13.331), di cui 7.956 positivi identificati attraverso i test rapidi (ieri erano +7.324). I decessi odierni sono 299, +0,3% (ieri erano +488), per un totale di 85.461 vittime da febbraio 2020. Le persone guarite o dimesse sono 1.882.074 complessivamente: 10.885 quelle uscite oggi dall’incubo Covid, +0,6% (ieri erano +16.062). E gli attuali positivi — i soggetti che adesso hanno il virus — risultano essere in totale 499.278 (sotto la soglia di 500 mila da ieri), pari a +444 rispetto a ieri, +0,1% (ieri erano -3.219). La variazione degli attuali positivi è con il segno più davanti — dopo due settimane con il segno meno — perché i nuovi casi sono in numero maggior della somma di guariti e deceduti.

Diminuiscono in modo sensibile le vittime: 299 contro 488 di sabato. È il dato più basso del mese di gennaio (erano 347 il 3 gennaio). Per vedere meno di 300 decessi quotidiani bisogna andare indietro al 27 dicembre (erano 298). Capita, però, che nel fine settimana alcuni numeri del bollettino siano incompleti per mancata comunicazione di tutte le informazioni al ministero della Salute. Non lo sappiamo. Inoltre, nel computo sono state aggiunte 30 persone che hanno perso la vita in due Rsa della Provincia Autonoma di Trento, decedute a novembre e dicembre, e non conteggiate prima (i morti odierni a Trento sono 2 più i 30 pregressi). Nessuna regione registra zero vittime, mentre il maggior numero di morti è in Lombardia (+44), Emilia-Romagna (+35) e Sicilia (+32).

I tamponi totali (molecolari e antigenici) sono stati 216.211, ovvero 70.120 in meno rispetto a ieri quando erano stati 286.331. Mentre il tasso di positività è 5,4% (l’approssimazione di 5,378%): vuol dire che su 100 tamponi eseguiti più di 5 sono risultati positivi; ieri era 4,6%.
Dal 15 gennaio questa percentuale casi/tamponi è calcolata contando anche i test rapidi, di conseguenza è più bassa rispetto a quella dei bollettini precedenti al 15 gennaio e non è possibile fare confronti con lo storico. Qui la mappa del contagio in Italia.

Meno contagi in 24 ore rispetto a ieri, a fronte di meno tamponi, come accade sempre la domenica (perché sono comunicate le analisi processate durante il sabato, in numero inferiore rispetto a quelle infrasettimanali). È l’effetto weekend — che si protrae fino a lunedì compreso — che fa abbassare la curva. Lo dimostra il rapporto di casi su tamponi che sale al 5,4% dal 4,6% di ieri. L’epidemia è ancora fuori controllo, come ha precisato Gianni Rezza, direttore della Prevenzione del ministero della Salute nella conferenza stampa di sabato, perché se non si scende a cinque-diecimila casi giornalieri in modo stabile non è possibile riattivare il tracciamento.

Scendono da sette a quattro le regioni con un incremento di nuove infezioni a quattro cifre. Più colpita è la Lombardia (+1.375 casi), seguita da Emilia-Romagna (+1.208), Campania (+1.069) e Lazio (+1.056). Tutte le altre regioni segnano un aumento a due o tre cifre.

La situazione del sistema sanitario

In calo le degenze ordinare, ma aumentano le terapie intensive dopo cinque giorni in fase di decrescita. I posti letto occupati nei reparti Covid ordinari sono -94 (ieri -288), per un totale di 21.309 ricoverati. Mentre i posti letto occupati in terapia intensiva (TI) sono +14. (ieri -4), portando il totale dei malati più gravi a 2.400. La variazione dei posti letto occupati, in area critica e non, indica il saldo tra i pazienti usciti e quelli entrati in ospedale nelle ultime 24 ore. I nuovi ingressi in TI sono +120 (ieri +174). Il maggior numero di ingressi in rianimazione è in Lombardia (+19), Sicilia (+15), Emilia-Romagna (+13), Veneto (+13) e Lazio (+13), come evidenzia la tabella in basso.

Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi 24 gennaio: 11.629 nuovi casi e 299 morti

I dati sui vaccinati

I cittadini vaccinati sono oltre 1,3 milioni, per la precisione 1.370.449. Di questi, 93.662 italiani hanno ricevuto la seconda dose, secondo i dati del 24 gennaio forniti alle ore 16.02, come indica il «Report vaccini anti Covid-19» in continuo aggiornamento sul sito del governo e consultabile qui.

Qui tutti i bollettini dal 29 febbraio. Qui le ultime notizie della giornata.

Il Corriere ha creato una newsletter sul coronavirus. È gratis: ci si iscrive qui.

I casi regione per regione

Il dato fornito qui sotto, e suddiviso per regione, è quello dei casi totali (numero di persone trovate positive dall’inizio dell’epidemia: include morti e guariti). La variazione indica il numero dei nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore, mentre la percentuale rappresenta l’incremento rispetto al giorno precedente, calcolata sul totale regionale. In aggiunta i tamponi giornalieri, molecolari e rapidi.

Lombardia 525.274: +1.375 casi, +0,3% (ieri +1.535) con 23.182 tamponi
Veneto 305.673: +956 casi, +0,3% (ieri +1.030) con 22.393 tamponi
Piemonte 217.677: +619 casi, +0,3% (ieri +931) con 12.023 tamponi
Campania 214.022: + 1.069 casi, +0,5% (ieri +1.150) con 16.219 tamponi
Emilia-Romagna 210.442: +1.208* casi, +0,6% (ieri +1.310) con 21.825 tamponi
Lazio 197.693: +1.056 casi, +0,5% (ieri +1.297) con 24.756 tamponi
Toscana 130.859: +526 casi, +0,4% (ieri +520) con 12.539 tamponi
Sicilia 129.752: +875 casi, +0,7% (ieri +1.158) con 20.591 tamponi
Puglia 116.110: +954 casi, +0,8% (ieri +1.023) con 8.623 tamponi
Liguria 67.693: +293 casi, +0,4% (ieri +298) con 4.812 tamponi
Friuli-Venezia Giulia 64.338: +505 casi, +0,8% (ieri +679) con 5.814 tamponi
Marche 52.903: +525 casi, +1% (ieri +397) con 8.569 tamponi
Abruzzo 40.889: +325 casi, +0,8% (ieri +221) con 13.248 tamponi
Sardegna 37.051: +175 casi, +0,5% (ieri +191) con 2.674 tamponi
P. A. Bolzano 36.601: +412 casi, +1,1% (ieri +552) con 5.890 tamponi
Umbria 34.069: +247 casi, +0,7% (ieri +332) con 6.774 tamponi
Calabria 31.072: +211 casi, +0,7% (ieri +402) con 2.013 tamponi
P. A. Trento 26.217: +131 casi, +0,5% (ieri +193) con 2.319 tamponi
Basilicata 12.842: +48 casi, +0,4% (ieri +59) con 574 tamponi
Molise 7.899: +102 casi, +1,3% (ieri +48) con 1.162 tamponi
Valle d’Aosta 7.737: +17 casi, +0,2% (ieri +5) con 211 tamponi

I decessi regione per regione

Il dato fornito qui sotto, e suddiviso per regione, è quello dei morti totali dall’inizio della pandemia. La variazione indica il numero dei nuovi decessi registrati nelle ultime 24 ore.

Lombardia 26.666: +44 decessi (ieri +104)
Veneto 8.559: +28 decessi (ieri +92)
Piemonte 8.583: +9 decessi (ieri +26)
Campania 3.598: +12 decessi (ieri +29)
Emilia-Romagna 9.119: +35 decessi (ieri +33)
Lazio 4.682: +16 decessi (ieri +42)
Toscana 4.095: +6 decessi (ieri +21)
Sicilia 3.226: +32 decessi (ieri +33)
Puglia 3.000: +14 decessi (ieri +11)
Liguria 3.235: +15 decessi (ieri +17)
Friuli-Venezia Giulia 2.243: +13 decessi (ieri +24)
Marche 1.874: +10 decessi (ieri +12)
Abruzzo 1.393: +8 decessi (ieri +10)
Sardegna 949: +3 decessi (ieri +10)
P. A. Bolzano 841: +4 decessi (ieri +3)
Umbria 740: +8 decessi (ieri +6)
Calabria 566: +5 decessi (ieri +3)
P. A. Trento 1.131: +32 decessi (ieri +6)
Basilicata 311: +3 decessi (ieri +2)
Molise 249: +1 decesso (ieri +4)
Valle d’Aosta 401: +1 decesso (ieri nessun nuovo decesso)

*L’Emilia-Romagna segnala che in seguito a verifica sui dati comunicati nei giorni passati è stato eliminato 1 caso in quanto giudicato non caso COVID-19.

Articolo in aggiornamento…

24 gennaio 2021 (modifica il 24 gennaio 2021 | 17:47)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *