Categorie
Coronavirus Salute

Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi 25 novembre: 25.853 nuovi casi e 722 morti

I dati del bollettino sulla pandemia di Covid-19 di mercoledì 25 novembre. Più contagi con molti più tamponi. Il tasso di positività scende ancora all’11,2% …

In Italia, dall’inizio dell’epidemia di coronavirus, almeno 1.480.874 persone hanno contratto il virus Sars-CoV-2: i casi nelle ultime 24 ore sono +25.853, +1,8% rispetto al giorno prima (ieri +23.232), mentre i decessi odierni sono +722, +1,4% (ieri +853), per un totale di 52.028 vittime. Le persone guarite o dimesse complessivamente sono 637.149: +31.819 quelle uscite oggi dall’incubo Covid, +5,3% (ieri +20.837). E gli attuali positivi — i soggetti che adesso hanno il virus — risultano essere 791.697 in totale, pari a -6689, -0,8% (ieri +1.537), e sono visibili nella quinta colonna da destra della tabella; Il decremento degli attuali positivi (con il segno meno) è dovuto al fatto che i guariti sono in numero maggiore rispetto ai nuovi casi. Il conto sale a 1.480.874 — come detto sopra — se nel computo ci sono anche i morti e i guariti, conteggiando cioè tutti i cittadini che sono stati trovati positivi dall’inizio dell’epidemia.

I tamponi sono stati 230.007, ovvero 41.348 in più rispetto a ieri quando erano stati 188.659. Mentre il tasso di positività è intorno all’11% (di preciso 11,2%): vuol dire che su 100 tamponi eseguiti 11 sono risultati positivi; ieri era di circa il 12% (di preciso 12,3%). Questa percentuale dà l’idea dell’andamento dei contagi, indipendentemente dal numero di test effettuati. Questa è la mappa del contagio in Italia.

Più contagi in 24 ore — sopra quota 20 mila per il quarto giorno consecutivo — a fronte di molti più tamponi. C’è comunque una tendenza al rallentamento, perché scende ancora il rapporto di casi su tamponi che passa dal 12,3% all’11,2% (più di un punto in meno) con l’indice Rt in calo. Secondo il report settimanale dell’Oms, questa settimana l’Italia ha riportato il maggior numero di nuovi casi in Europa ed è terza a livello globale, con 235.979 nuovi casi (3.902 casi per 1 milione di abitanti), precisando però che i casi nel nostro Paese potrebbero aver raggiunto il picco, visto il leggero (3%) calo segnalato. Soltanto con il valore di Rt sotto l’1 e non più di cinque-diecimila positivi giornalieri si tiene sotto controllo l’epidemia. Il ministro della Salute Roberto Speranza invita alla prudenza: «Le limitazioni sono ancora inevitabili, non possiamo permetterci un’altra ondata nel 2021».

I pazienti ricoverati con sintomi sono 34.313 (-264, -0,8%; ieri -120), mentre i malati più gravi in terapia intensiva sono 3.848 (+32, +0,8%; ieri +6). Questi dati sono visibili nella tabella in alto, nella seconda e nella terza colonna da sinistra.

Qui tutti i bollettini dal 29 febbraio. Qui le ultime notizie della giornata.

Il Corriere ha creato una newsletter sul coronavirus. È gratis: ci si iscrive qui.

I casi Regione per Regione

Il dato fornito qui sotto, e suddiviso per Regione, è quello dei casi totali (numero di persone trovate positive dall’inizio dell’epidemia: include morti e guariti). La variazione indica il numero dei nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore, mentre la percentuale rappresenta l’incremento rispetto al giorno precedente, calcolata sul totale regionale.

Lombardia 386.958 (+5.173, +1,3%; ieri +4.886)
Piemonte 156.253 (+2.878, +1,9%; ieri +2.070)
Campania 143.010 (+2.815, +2%; ieri +1.764)
Veneto 130.076 (+2.660, +2,1%; ieri +2.194)
Emilia-Romagna 112.700 (+2.130, +1,9%; ieri +2.501)
Lazio 109.592 (+2.102, +2%; ieri +2.509)
Toscana 97.976 (+986, +1%; ieri +962)
Sicilia 57.001 (+1.317, +2,4%; ieri +1.306)
Liguria 49.381 (+460, +0,9%; ieri +509)
Puglia 47.565 (+1.511, +3,3%; ieri +1.567)
Marche 27.554 (+448, +1,6%; ieri +351)
Friuli-Venezia Giulia 26.285 (+696, +2,7%; ieri +554)
Abruzzo 25.445 (+623, +2,5%; ieri +536)
Umbria 22.478 (+386, +1,7%; ieri +218)
P. A. Bolzano 21.961 (+341, +1,6%; ieri +160)
Sardegna 19.639 (+351, +1,8%; ieri +290)
Calabria 14.859 (+335, +2,3%; ieri +307)
P. A. Trento 14.547 (+179, +1,2%; ieri +143)
Basilicata 7.218 (+329, +4,8%; ieri +261)
Valle d’Aosta 6.199 (+27, +0,4%; ieri +73)
Molise 4.177 (+106, +2,6%; ieri +71)

I decessi Regione per Regione

Il dato fornito qui sotto, e suddiviso per Regione, è quello dei morti totali dall’inizio della pandemia. La variazione indica il numero dei nuovi decessi registrati nelle ultime 24 ore.

Lombardia 21.005 (+155; ieri +186)
Piemonte 5.803 (+84; ieri +73)
Campania 1.434 (+47; ieri +78)
Veneto 3.429 (+76; ieri +95)
Emilia-Romagna 5.493 (+54; ieri +55)
Lazio 2.146 (+58; ieri +62)
Toscana 2.378 (+67; ieri +47)
Sicilia 1.322 (+47; ieri +48)
Liguria 2.308 (+22; ieri +25)
Puglia 1.302 (+30; ieri +52)
Marche 1.211 (+10; ieri +13)
Friuli-Venezia Giulia 715 (+16; ieri +26)
Abruzzo 831 (+9; ieri +18)
Umbria 355 (+8; ieri +10)
P. A. Bolzano 498 (+8; ieri +16)
Sardegna 413 (+6; ieri +12)
Calabria 250 (+7; ieri +4)
P. A. Trento 606 (+7; ieri +14)
Basilicata 133 (+3; ieri +16)
Valle d’Aosta 297 (+5; ieri +2)
Molise 99 (+3; ieri +1)

Articolo in aggiornamento…

25 novembre 2020 (modifica il 25 novembre 2020 | 18:17)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *