Categorie
Coronavirus Salute

Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi 30 luglio: 6.619 nuovi casi e 18 morti

I dati di venerdì 30 luglio. Il tasso di positività è stabile al 2,7% con 247.486 tamponi. Ricoveri: +82. Terapie intensive: +7. Sono più di 200 i malati in rianimazione …

di Paola Caruso

I dati di venerdì 30 luglio. Il tasso di positività è stabile al 2,7% con 247.486 tamponi. Ricoveri: +82. Terapie intensive: +7. Sono più di 200 i malati in rianimazione

Sono 6.619 i nuovi casi di coronavirus in Italia (ieri sono stati 6.171, qui il bollettino). Sale così ad almeno 4.343.519 il numero di persone che hanno contratto il virus Sars-CoV-2 (compresi guariti e morti) dall’inizio dell’epidemia. I decessi odierni sono 18 (ieri sono stati 19), per un totale di 128.047 vittime da febbraio 2020. Le persone guarite o dimesse sono complessivamente 4.132.510 e 2.117 quelle uscite oggi dall’incubo Covid (ieri 1.825). Gli attuali positivi — i soggetti che hanno il virus — risultano essere in tutto 82.962, pari a 4.478 in più rispetto a ieri (+4.323 il giorno prima).

I tamponi e lo scenario

I tamponi totali (molecolari e antigenici) sono stati 247.486, ovvero 22.696 in più rispetto a ieri quando erano stati 224.790. Mentre il tasso di positività è 2,7% (l’approssimazione di 2,67%); come ieri quando era 2,7%. Qui la mappa del contagio in Italia.

Più contagi in 24 ore rispetto a ieri. La curva dovrebbe essere al «picco settimanale» della sua altalena. «L’infezione sta crescendo — spiega Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di sanità, commentando il report settimanale —. La circolazione del virus è soprattutto nelle fasce più giovani tra 10 e 29 anni». Con la variante Delta che ha una prevalenza del 94,8% e l’indice Rt che è salito all’1,57 dall’1,26 precedente. «L’Rt “proiettato”, cioè quello previsto per la prossima settimana mostra una stabilizzazione — sottolinea Brusaferro —. È un dato da confermare, ma siamo sopra la soglia epidemica». Per quanto riguarda un possibile cambio di colore delle regioni Brusaferro dice: «Oggi è difficile fare previsioni, la prossima settimana avremo un quadro più definito».

Il sistema sanitario

Aumentano le degenze. I posti letto occupati nei reparti Covid ordinari sono +82 (ieri +45), per un totale di 1.812 ricoverati. I posti letto occupati in terapia intensiva (TI) sono +7 — si tratta del saldo tra le persone uscite e quelle entrate in TI — (ieri +11), portando il totale dei malati più gravi a 201, con 20 ingressi in rianimazione (ieri 20).

I vaccinati

Le dosi di vaccino somministrate sono oltre 67,5 milioni. I cittadini che hanno completato il ciclo vaccinale sono più di 31,7 milioni (58,82% della popolazione over 12). Qui la mappa aggiornata ogni sera e qui i dati in tempo reale del report «Vaccini anti Covid-19» sul sito del governo.

I casi regione per regione

Il dato fornito qui sotto, e suddiviso per regione, è quello dei casi totali (numero di persone trovate positive dall’inizio dell’epidemia: include morti e guariti). La variazione indica il numero dei nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore.

Lombardia 852.193: +678 casi (ieri +661)
Veneto 435.954: +1.046 casi (ieri +737)
Campania 430.592: +355 casi (ieri +380)
Emilia-Romagna 393.632: +544 casi (ieri +493)
Piemonte 365.598: +287 casi (ieri +282)
Lazio 357.786: +845 casi (ieri +780)
Puglia 255.799: +248 casi (ieri +151)
Toscana 251.332: +720 casi (ieri +748)
Sicilia 242.059: +724 casi (ieri +719)
Friuli-Venezia Giulia 107.947: +98 casi (ieri +96)
Marche 105.397: +151 casi (ieri +101)
Liguria 105.172: +122 casi (ieri +116)
Abruzzo 76.124: +112 casi (ieri +67)
P. A. Bolzano 73.775: +24 casi (ieri +40)
Calabria 70.833: +108 casi (ieri +183)
Sardegna 61.721: +308 casi (ieri +413)
Umbria 58.233: +157 casi (ieri +117)
P. A. Trento 46.361: +36 casi (ieri +45)
Basilicata 27.339: +37 casi (ieri +34)
Molise 13.911: +13 casi (ieri +4)
Valle d’Aosta 11.761: +6 casi (ieri +4)

Qui tutti i bollettini del 2021, qui quelli del 2020. Qui le notizie della giornata.

Il Corriere ha creato una newsletter sul coronavirus. È gratis: ci si iscrive qui.

Articolo in aggiornamento…

30 luglio 2021 (modifica il 30 luglio 2021 | 17:25)

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *