Categorie
Coronavirus Milano - Cronaca

Coronavirus, in Lombardia 1844 nuovi contagi. A Milano città 504 positivi

Aumento esponenziale dei positivi nel capoluogo lombardo …

Peggiorano in modo sensibile i dati sui contagi da coronavirus in Lombardia, ed è ormai allerta massima su Milano. I nuovi contagi in tutta la Regione — già la più colpita dalla prima ondata della pandemia — sono 1.884. Di questi, 1.032 nella Provincia di Milano: 504 nel solo capoluogo lombardo.

Dai numeri emerge una curva epidemica in netta salita. Dei 1.844 nuovi positivi 189 sono «debolmente positivi» e 13 sono stati rilevati a seguito di test sierologico. I guariti/dimessi sono 865, che portano il totale a 84.415, di cui 1.522 dimessi e 82.893 guariti.

Ci sono 2 nuovi ricoveri in terapia intensiva, che portano il totale a 64. Se tutti e 150 i posti letto previsti nei vari hub dovessero riempirsi, ha spiegato oggi il coordinatore dell?Unità di crisi della Regione Antonio Pesenti, potrebbe essere riaperto l’ospedale della Fiera di Milano. In Lombardia, fino all’11 ottobre, il tasso di saturazione di questi servizi, decisivi, era del 5,6 per cento (durante la prima ondata toccò il 122 per cento).

I ricoverati non in terapia intensiva sono 645, 99 in più rispetto a ieri.

I tamponi effettuati sono 29.048: il tasso di positività (nuovi casi/tamponi) è del 6,3 per cento.

I morti sono 17 in più per un totale di 17.011.

I nuovi casi per provincia: Milano: 1.032, di cui 504 a Milano città; Bergamo: 46; Brescia: 81; Como: 67; Cremona: 30; Lecco: 29; Lodi: 23; Mantova: 42; Monza e Brianza: 150; Pavia: 101; Sondrio: 14; Varese: 110.

A diffondere i dati è la Regione Lombardia, che ricorda: «L’incremento dei casi positivi, in Lombardia come nelle altre regioni, va sempre rapportato al numero dei tamponi effettuati. Senza mai dimenticare che, se si ragiona in termini di confronti assoluti, il numero degli abitanti della Lombardia è pari a 1/6 della popolazione nazionale». La Regione sottolinea — in altre parole — come il tasso di positività di oggi (6,3%) sia molto simile a quello di ieri (6,2%).

Qui il bollettino nazionale. Questa è la mappa del contagio in Italia, qui il grafico aggiornato dei casi nel mondo.

Articolo in aggiornamento

14 ottobre 2020 | 16:03

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *