Categorie
ATTUALITÀ Coronavirus Luca Zaia Scuola Veneto Video

Coronavirus in Veneto, 1.359 nuovi positivi e 69 morti. Zaia: «La scuola è una forma di assembramento» – Il video

Il totale dei contagiati dall’inizio dell’epidemia tocca quota 301.486, quello dei decessi arriva a 8.256. Il governatore: «Ricordo che abbiamo avuto un incremento della curva in correlazione con la riapertura degli istituti»
L’articolo Coronavirus in Veneto, 1.359 nuovi positivi e 69 morti. Zaia: «La scuola è una forma di assembramento» – Il video proviene da Open. …

In Veneto si contano 1.359 nuovi contagiati dal Coronavirus e 69 morti nelle ultime 24 ore. L’incidenza dei positivi comunicata dalla Regione nel bollettino del 20 gennaio è del 3%. Nel calcolo rientrano sia i tamponi molecolari, sia quelli rapidi (per un totale di 44.314 tamponi effettuati). Il totale dei contagiati dall’inizio dell’epidemia tocca così quota 301.486, quello dei decessi arriva a 8.256. I ricoverati attuali sono 2.898, di cui 338 in terapia intensiva (-1) e 2.560 in area non critica (-43).

Presentando i dati, il governatore Luca Zaia ha dichiarato: «I nostri numeri sono buoni. L’indice Rt e gli altri parametri verranno presi in considerazione per determinare la fascia di rischio, vedremo se da venerdì saremo ancora arancioni o torneremo gialli, di certo non saremo rossi. Ma nessuno pensi che è finita. Dobbiamo fare sacrifici, portare la mascherina ed evitare forme di assembramento. Ma se torna lo struscio nelle piazze e nei corsi cittadini, creiamo un elemento di diffusione del virus che potrebbe diventare un moltiplicatore».

«Altra forma di assembramento è la scuola. Io non posso non ricordare che noi abbiamo avuto un incremento della curva in correlazione con la riapertura», ha evidenziato il governatore, «e siamo preoccupati che si voglia far passare l’idea che una forma di aggregazione come la scuola non sia un problema. I ragazzi hanno il diritto di andare a scuola in presenza, ma devono farlo in sicurezza. Adesso non è del tutto così. Spero che il Tar valuti fino in fondo le relazioni dei nostri tecnici. Noi abbiamo rimandato la riapertura al primo febbraio perché queste sono le indicazioni che abbiamo ricevuto».

Video: Facebook / Luca Zaia

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *