Categorie
Coronavirus Sport

Coronavirus, Internazionali d’Italia senza pubblico: la decisione del comitato tecnico scientifico

Le misure di prevenzione presentate dalla Fit non sarebbero state considerate sufficienti: solo 43 centimetri tra un seggiolino e l’altro sul Centrale …

La decisione non è stata ancora ufficializzata dalla Federtennis, ma c’è la concreta possibilità che gli Internazionali d’Italia, in programma al Foro Italico dal 20 al 27 settembre, si debbano giocare a porte chiuse. Il Comitato tecnico scientifico non avrebbe infatti giudicato sufficienti le misure di prevenzione presentate dalla Fit, che aveva previsto una presenza giornaliera di 17 mila persone in tutto il parco del Foro Italico, su cui si sviluppano i tre campi principali (Centrale, Pietrangeli e Grand Stand) e il cosiddetto Ground, formato dai campi secondari.

Leggi anche

Ci sarebbero soltanto 43 centimetri di distanza tra un seggiolino e l’altro sul Centrale; le distanze interpersonali sarebbero leggermente più ampie nelle tribune degli altri campi, ma comunque non sufficienti per garantire la sicurezza. Gli Internazionali si giocheranno una settimana dopo la fine degli US Open, in programma anch’essi a porte chiuse a Flushing Meadows dal 31 agosto, con il divieto di ingresso valido anche per i giornalisti, fatta eccezione per i licenziatari di diritti tv. E chissà se sulla decisione — che obbligherà la Federtennis a istituire modalità di rimborso dei biglietti, non ancora disponibili sui canali ufficiali del torneo — non abbia influito anche il disastroso effetto dell’Adria Tour, con Djokovic (organizzatore dell’evento) e altri giocatori, ma anche componenti degli staff dei giocatori, risultati positivi al Covid-19.

30 luglio 2020 (modifica il 30 luglio 2020 | 22:43)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *