Categorie
Coronavirus Salute

Coronavirus, le regole per ridurre il rischio di contagio sui mezzi pubblici

La capienza massima resta per ora all’80%. Fondamentali mascherina e distanziamento …

15 ottobre 2020 – 12:12

La capienza massima resta per ora all’80%. Fondamentali mascherina e distanziamento

di Laura Cuppini

«Quello del trasporto pubblico urbano è un tema vero. La mia opinione è che dobbiamo provare a lavorare soprattutto su due ambiti: favorire lo smartworking e incentivare le differenziazioni di accesso negli uffici pubblici e nelle scuole». Così il ministro della Salute Roberto Speranza, in una relazione alla Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza, ha confermato che il rischio di contagi sui mezzi pubblici è al centro del dibattito. Se sulla scuola la politica dà un giudizio sostanzialmente positivo, «più critica è la situazione del trasporto — conferma il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Andrea Martella —. Andranno individuate soluzioni: orari differenti, scaglionati, capienze limitate». Per ora la capienza massima sui mezzi pubblici resta all’80%, ma diverse regioni chiedono di aumentare lo scaglionamento degli orari di entrata e uscita da scuola (soprattutto le superiori), per alleggerire la pressione sui trasporti locali. «È fondamentale assicurare il distanziamento sui mezzi pubblici. Se i bambini rispettano il distanziamento a scuola, ma non sugli scuolabus, sui mezzi pubblici, nei supermercati, mi chiedo che senso abbia» ha affermato Giorgio Palù, past president delle Società italiana ed europea di virologia. Per Antonella Viola, ordinaria di Patologia generale del Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università di Padova, «i trasporti sono un nodo cruciale, perché la mascherina non ci può proteggere nelle condizioni di forte assembramento che abbiamo visto nei tram e nelle metropolitane».

(Ansa)

(Ansa)

prev
Le raccomandazioninext

(Ansa)

Scheda 1 di 5

15 ottobre 2020 | 12:12

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *