Categorie
Coronavirus India MONDO Pfizer Sanità USA Vaccini

Coronavirus, negli Usa in arrivo l’ok al vaccino Pfizer per la fascia di età 12-15 anni. In India superati i 20 milioni di contagi

Negli Stati Uniti il via libera della Fda è atteso entro l’inizio della prossima settimana. Continua a preoccupare la situazione in India: nelle ultime 24 ore oltre 3.400 decessi per il virus
L’articolo Coronavirus, negli Usa in arrivo l’ok al vaccino Pfizer per la fascia di età 12-15 anni. In India superati i 20 milioni di contagi proviene da Open. …


USA

ANSA/CLAUDIO PERI | Una fiala del vaccino Pfizer.

Positivi i dati sull’efficacia di Pfizer sulla fascia 12-15 anni

La Food and Drug Administration (Fda) è pronta ad autorizzare l’uso del vaccino anti-Covid di Pfizer-BioNTech per gli adolescenti dai 12 ai 15 anni. Il via libera, scrive il New York Times, è atteso entro l’inizio della prossima settimana. La notizia è stata riportata nella notte italiana anche da Cnn e Washington Post. Pfizer ha già annunciato i risultati del suo studio sugli adolescenti, che dimostrerebbero l’efficacia del vaccino in quella fascia d’età pari a quella riscontrata negli adulti.

Nessuno degli adolescenti nello studio clinico ha sviluppato infezioni sintomatiche. L’azienda ha detto che i volontari hanno prodotto forti risposte anticorpali e hanno sperimentato gli stessi effetti collaterali visti in persone dai 16 ai 25 anni. Una portavoce della Food and Drug Administration si è limitata a commentare: «Possiamo garantire che stiamo lavorando su questa richiesta nel modo più rapido e trasparente possibile».

Il via libera della Fda avverrebbe sotto forma di una modifica all’autorizzazione d’emergenza esistente per il vaccino Pfizer. Se l’ok venisse confermato, il team dei Centers for Disease Control and Prevention che lavora sui vaccini si riunirebbe probabilmente il giorno dopo per rivedere i dati della sperimentazione clinica e fare raccomandazioni per l’uso del farmaco negli adolescenti.

INDIA

EPA/SANJAY BAID | Personale sanitario a Dharamsala, India.

Per il 13° giorno di fila oltre 300 mila contagi

Continua a preoccupare la situazione in India, dove nelle ultime 24 ore sono stati registrati 357.229 casi di contagio (per il tredicesimo giorno consecutivo il dato supera quota 300 mila, il bilancio da inizio pandemia è ora di oltre 20 milioni di infezioni) e 3.449 decessi. Ieri le vittime erano state 3.417. Come riferisce l’agenzia Afp, gli esperti temono che le dimensioni reali del contagio superino di gran lunga quelle indicate dai numeri ufficiali.

Gli ospedali nel Paese sono al collasso, a corto di ossigeno, medicine, letti. Ieri è atterrato a New Delhi l’aereo con la prima tranche degli aiuti inviati dall’Italia, un Air Force C-130 decollato da Caselle. Gli aiuti, che comprendono equipaggiamento medico, un generatore in grado di fornire ossigeno, 20 respiratori e medicinali, verranno destinati all’ospedale ITBP di Greater Noida, città satellite alla periferia di Delhi.

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *