Categorie
Coronavirus Esteri

Coronavirus, nuova stretta a Londra: da sabato vietati incontri al chiuso e mezzi pubblici limitati

Dopo Liverpool anche Londra passa al livello due per il Covid. Attesa anche per Manchester. Obiettivo: evitare un nuovo lockdown nazionale …

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
LONDRA – Una nuova stretta si abbatte su nove milioni di londinesi. Da sabato nella capitale britannica sarà vietato incontrare amici al chiuso, dunque non solo in casa ma anche in pub e ristoranti, e si dovrà limitare al massimo l’uso dei mezzi pubblici.

Leggi Anche

Finora soltanto l’area di Liverpool era stata collocata in quest’ultima fascia, ma Manchester potrebbe essere la prossima. E intanto Londra è stata aggiunta alle zone ad alto rischio: anche se va detto che il livello dei contagi nella capitale resta di dieci volte più basso di quello delle zone più colpite nel Nord dell’Inghilterra. Il passaggio al livello 2 del sistema di allerta è però particolarmente problematico dal punto di vista dell’economia: bar e ristoranti rimangono aperti, e quindi non possono usufruire del sostegno di fondi pubblici, ma il divieto di uscire con amici significa che rimarranno deserti. Una ricetta ideale per portarli rapidamente al collasso.

Il governo Johnson insiste, al momento, su questo approccio modulare e localizzato, nella speranza di evitare un nuovo lockdown nazionale che darebbe il colpo di grazia all’economia britannica. E tuttavia le pressioni crescono: anche il sindaco di Londra Khan si è unito alla richiesta del leader laburista Keir Starmer di introdurre un lockdown generale di due-tre settimane per spezzare la spirale dei contagi. Dall’altro lato Johnson è assediato dalla destra del partito conservatore, contraria a nuove restrizioni: preso tra due fuochi, il premier cerca di prendere tempo. Ma il momento delle scelte non potrà essere rimandato all’infinito.

15 ottobre 2020 (modifica il 15 ottobre 2020 | 14:12)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *