Categorie
Boris Johnson Coronavirus Lockdown MONDO Regno Unito Sanità

Coronavirus, nuovo picco di contagi nel Regno Unito: +58.784 nelle ultime 24 ore. Si va verso un nuovo lockdown

I numeri continuano a salire velocemente, anche a causa delle varianti del virus, e gli ospedali sono allo stremo. Si attende il discorso di Boris Johnson con cui verrà annunciata la nuova stretta
L’articolo Coronavirus, nuovo picco di contagi nel Regno Unito: +58.784 nelle ultime 24 ore. Si va verso un nuovo lockdown proviene da Open. …

L’aumento giornaliero dei contagi nel Regno Unito è ormai un appuntamento fisso negli ultimi giorni. L’incremento dei casi da Coronavirus, giorno dopo giorno, sta continuando a piegare gli ospedali britannici che, gravemente affaticati da un sovraccarico di lavoro per la moltitudine di malati di Covid da curare, stanno trasformando molti dei loro reparti ordinari in sale di terapia intensiva. Anche nelle ultime 24 ore il dato dei nuovi positivi nel Paese ha raggiunto un nuovo record negativo: i numeri ufficiali della sanità pubblica parlano di 58.784 nuovi casi certificati che vanno rapportati al numero di tamponi analizzati: quasi 430 mila. Migliora lievemente il dato relativo alle vittime: nelle ultime 24 ore sono morte 407 persone.

Stasera Johnson annuncia le nuove restrizioni

Alla luce di questi numeri drammatici che peggiorano rapidamente il quadro sull’andamento dell’epidemia nel Paese, dovrebbe arrivare nelle prossime ore una nuova stretta di Downing Street con la firma su ulteriori misure anticontagio. Boris Johnson dovrebbe annunciare un nuovo lockdown o semi-lockdown proprio questa sera, in diretta tv. Stando a quanto si apprende, le scuole potrebbero rimanere chiuse fino a metà febbraio. Al moltiplicarsi dei casi in tempi rapidi hanno contribuito certamente le nuove varianti Covid scoperte le scorse settimane. Intanto, la campagna di vaccinazione sta correndo veloce nel Regno Unito che ha sfondato il tetto di un milione di vaccinati nella speranza che gli effetti sul piano reale comincino a vedersi quanto prima su vasta scala.

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *