Categorie
Abruzzo ATTUALITÀ Campania Coronavirus Emilia-Romagna Italia Liguria Lombardia Sanità Sicilia Veneto

Coronavirus, ultime notizie: 45 pazienti guariti. I contagi superano quota 650 e i morti arrivano a 17. Milano verso la riapertura

Il governatore Luca Zaia ha aperto sulla possibilità di far tornare gli alunni in classe: «Penso che le scuole possano tranquillamente riaprire da lunedì prossimo»
L’articolo Coronavirus, ultime notizie: 45 pazienti guariti. I contagi superano quota 650 e i morti arrivano a 17. Milano verso la riapertura proviene da Open. …


Istat: «Nessun aumento dei prezzi sui prodotti igenizzanti»

Un forte aumento delle quantità vendute, ma non dei prezzi. Così l’Istat nella sua conferenza stampa sui dati dell’inflazione a febbraio ha spiegato come è cambiato il mercato dei prodotti igenizzanti con l’epidemia di coronavirus in Italia. L’istituto di statistica però ha precisato che le rilevazioni arrivano fino al 23 febbraio, quando erano già stati accertati i primi casi ma non erano ancora arrivate le ordinanze che hanno fermato le regioni del Nord Italia. Come abbiamo raccontato su Open, l’aumento dei prezzi è stato registrato soprattutto nei negozi online.

I dati su vittime e contagi

Gli ultimi dati sul coronavirus in Italia hanno alzato il numero dei contagi a quota 650. I decessi sono arrivati invece a 17, gli ultimi 3 sono stati registrati tutti in Lombardia e si tratta sempre di pazienti con più di 80 anni. Queste notizie sono state riferite, come sempre, dal capo della Protezione civile Angelo Borrelli. L’altro dato in crescita è quello dei pazienti guariti che sono arrivati a 45 tra Lombardia, Lazio e Sicilia. I ricoverati con sintomi sono 248. Di questi, 56 sono in terapia intensiva e 284 in isolamento domiciliare. I tamponi somministrati sono stati 12.014, metà di questi sono stati fatti in Veneto. Le cifre dell’emergenza sono consultabili anche sul sito del ministero della Sanità.

Contagi, vittime e pazienti guariti per ogni regione:

Open | La mappa delle regioni contagiate aggiornata alle 10.30

La lettera dei medici a Fontana: «Non si può affrontare emergenza senza sicurezza»

il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici (Fnomceo) Filippo Anelli ha scritto una lettera al governatore della Lombardia Attilio Fontana in cui chiede più protezione per i medici che stanno lavorando in prima linea per contenere l’epidemia di coronavirus: «Non si può accettare che i nostri medici si trovino a fronteggiare l’emergenza Covid-19 senza le dotazioni per la protezione personale dal virus. Un medico che si ammala è un medico sottratto al servizio sanitario nazionale e alla tutela del diritto alla salute».

L’Italia ha sbagliato con il coronavirus? Forse, ma meno di altri Paesi

L’esplosione di casi di coronavirus in Italia ha aperto a parecchie polemiche sull’operato del governo. Open ha provato a spiegare perchè in Italia sono stati registrati così tanti casi e soprattutto perchè negli altri Paesi europei ne sono stati registrati molti di meno.

Il Banksy di Torino mette la mascherina al mercato di Guttuso

A Torino in alcune vie del centro, a San Maurizio e vicino all’Università è apparsa l’ultima opera di Andrea Villa, conosciuto come il Banksy di Torino. L’ha chiamata Il Mercato della società nella psicosi ed è un’interpretazione di La Vucciria di Renato Guttuso. Questa volta però gli avventori del mercato di Palermo sono ritratti tutti con addosso delle mascherine.

Uno dei poster di Andrea Villa affissi a Torino

I tre infermieri di Codogno a cui nessuno vuole dare il cambio

La storia è stata riportata da Corriere della Sera: ci sono tre infermieri all’ospedale di Codogno che sono in servizio dal 20 febbraio, quando è stato scoperto il paziente 1. Da quel momento nessuno dei loro colleghi si è più presentato a dare loro il cambio: «Con che faccia ci guarderanno negli occhi quando ci rivedremo?», si chiedono.

Riapre il Duomo e si pensa alla riapertura delle scuole

In Italia cominciano ad arrivare i primi segnali di apertura nel Nord dopo il fermo generato dal coronavirus. Dopo l’aggiornamento dell’ordinanza che ha riaperto i bar alla sera in Lombardia, l’assessore al Welfare Giulio Gallera ha spiegato che in via di apertura anche il Duomo di Milano. Gli ingressi saranno organizzati su turni e i biglietti si potranno prendere solo online ma la data di apertura dovrebbe essere attrono al 2 marzo. Intanto il governatore del Veneto Luca Zaia ha parlato della possibile riapertura delle scuole: «Penso che le scuole possano tranquillamente riaprire da lunedì prossimo a meno che non ci sia una comunità scientifica che ci dica che abbiamo un pericolo incombente».

Primi casi in Olanda e Nigeria: tutti e due hanno a che fare con l’Italia

Il coronavirus è arrivato anche in Nigeria e si tratta di un italiano. Ad annunciarlo è il ministero della Salute dello Stato africano che ha spiegato: «Il paziente è ricoverato nel Lagos in condizioni stabili e non presenta sintomi preoccupanti». Anche l’Olanda ha registrato il suo primo caso: si tratta di un uomo di Tilburg che era stato in Nord Italia. La stessa cosa è successa anche in Lituania e a Nizza. Intanto aumentano le compagnie aeree che hanno sospeso o ridotto le tratte verso l’Italia.

Borrelli: «In arrivo 35 mila mascherine»

Angelo Borrelli, capo della Protezione Civile, ha annunciato che stanno per arrivare nuove mascherine nellle regioni dove sono stati registrati casi di coronavirus: «Il dipartimento ha reso disponibile e stanno arrivando oltre 35mila mascherine in Emilia Romagna Piemonte, Lombardia e Veneto». Borelli ha anche ringraziato le aziende che in queste ore stanno donando grosse partite di mascherine.

Isolato al Sacco il ceppo italiano

Il ceppo italiano del coronavirus è stato isolato nel laboratorio dell’ospedale Sacco. Ad annunciarlo il professor Massimo Galli, direttore dell’istituto di scienze biomediche. Il lavoro di ricerca procede ininterrottamente da domenica scorsa, coordinato dalla professoressa Claudia Balotta. I ricercatori e le ricercatrici che stanno contribuendo a queste analisi sono: Alessia Loi, Annalisa Bergna e Arianna Gabrieli, precarie, insieme al collega polacco Maciej Tarkowski e al professor Gianguglielmo Zehender.

Juve-Inter a porte chiuse

La serie A ha comunicato la sua presa di posizione ufficiale: i match si giocheranno senza pubblico. Juventus-Inter e le altre partite di questo fine settimana sono state programmate a porte chiuse.

Il Tar riapre scuole e musei nelle Marche, e la regione le richiude

Nelle Marche continua lo scontro tra Regione e Tar. Nella giornata di ieri, 27 febbraio, il Tar delle Marche ha sospeso l’ordinanza emessa dalla regione Marche sulla chiusura di scuole e musei e sulla sospensione di manifestazioni pubbliche fino al 4 marzo. Nel tardo pomeriggio la regione, guidata dal governatore Luca Ceriscioli ha emanato un’altra ordinanza che chiude le scuole fino al 29 febbraio.

I migranti della Sea Watch in quarantena

Si sono concluse le operazioni di sbarco dei migranti dalla nave Sea Watch 3 approdata la mattina del 27 febbraio nel molo Norimberga a Messina. Si tratta in tutto di 194 persone, tra cui 19 donne e 31 minori. Anche se nessuno di loro presentava evidenti patologie o febbre, tutti imigranti sono stati messi in quarantena nel centro di accoglienza di Gasparro, del villaggio di Bisconte. I membri dell’equipaggio invece passeranno la quarantena a bordo della nave.

Aperta un’inchiesta a Treviso sulla morte dell’anziana per Covid-19

Un fascicolo d’inchiesta è stato aperto dalla Procura di Treviso sulla morte della 76enne risultata positiva al Covid-19 e già gravemente malata, avvenuta due giorni fa all’ospedale Ca’ Foncello. Da questa paziente, secondo le indagini epidemiologiche, potrebbero essere scaturiti una decina di contagi tra il personale sanitario dello stesso ospedale.

Si tratta di un fascicolo conoscitivo, senza indagati né ipotesi di reato per il momento – affidato al pm Davide Romanelli. I magistrati intendono verificare se i protocolli sanitari sono stati correttamente rispettati, e ciò riguarderà anche la tempistica dell’effettuazione del test sulla paziente, che sarebbe avvenuta nella stessa giornata in cui poi è deceduta. La donna era ricoverata da oltre due settimane, per altre patologie.

Patuanelli: «Pronto un set di interventi per le imprese colpite»

Il Ministero dello sviluppo economico è pronto ad attuare a breve un «set d’interventi» per le imprese nei comuni colpiti dal coronavirus. Ad annunciarlo su Facebook è il ministro Stefano Patuanelli, che ha elencato il primo pacchetto di norme. Gli interventi sono stati individuati «assieme alle categorie» incontrate martedì al Mise, e nel primo set ci si concentrerà sui Comuni delle zone rosse.

Per il post completo, cliccare qui

«Con il ministero dell’Economia e delle Finanze si stanno valutando le indennità per danno diretto e indiretto, che attueremo con un secondo pacchetto più ampio assieme ad altre misure», scrive ancora Patuanelli.

La coppia cinese ricoverata allo Spallanzani: «Grazie ai medici italiani»

«Ci hanno curato e ci hanno salvato la vita. Grazie». I due coniugi cinesi, i primi casi di pazienti infettati dal coronavirus registrati in Italia, hanno ringraziato i medici dell’ospedale Spallanzani. Da ieri, 26 febbraio, sono risultati tutti e due negativi ai testi. A giorni lascerà l’ospedale anche Niccolò, il ragazzo di 17 anni rimasto fermo in Cina e poi trasferito con un volo militare in Italia.

Fake news sul coronavirus: questa volta è un finto documento di Regione Lombardia

Ancora fake news, ancora su WhatsApp. Questa volta si tratta di un documento dove viene spiegato che le scuole in Lombardia saranno chiuse fino all’8 marzo. Un inidizio per capire che è falso? Il logo della Repubblica Italiana è al contrario.

Fontana: «La mascherina non è una scelta di esibizionismo»

Con un post su Facebook il governatore della regione Lombardia Attilio Fontana ha replicato a chi lo ha criticato per aver pubblicato un video in cui indossava una mascherina. La scelta del governatore era nata perchè una collaboratrice del suo staff era risultata positiva al coronavirus. «Indossare la mascherina – spiega il governatore – non è una scelta di esibizionismo o allarmismo, significa comunicare la possibilità di vivere e lavorare normalmente, prendendo precauzioni a tutela propria e del prossimo».

Il retroscena del messaggio di Renzi a Fontana sull’epidemia da coronavirus

Il leader di Italia Viva Matteo Renzi ha pubblicato su Facebook lo scambio di messaggi avuto con il governatore Attilio Fontana sull’emergenza che la Lombardia sta vivendo per l’epidemia di coronavirus. Un gesto nato dopo le polemiche sul fuori onda di Fontana: durante la conferenza stampa sulla situazione nella regione aveva detto all’assessore al welfare Gallera: «Oggi mi ha mandato un messaggino di sostegno anche Renzi. Siamo arrivati proprio… È più forte l’odio di Renzi per Conte…», «Esatto»

Musumeci: «Meglio che dal Nord non vengano».

Il governatore della regione Sicilia Nello Musumeci ha dichiarato che sarebbe meglio che i turisti del Nord non arrivino nell’isola per evitare contagi da coronavirus: «La Sicilia non è una terra in cui non si può sbarcare e non si può atterrare: però servono controlli perché non è possibile che i due casi registrati di positività al coronavirus riguardano turisti del Nord perché nella nostra isola non c’è un focolaio. Sarebbe meglio che i turisti dal Nord non venissero».

Foto: Ansa, Igor Petyx | Il presidente della regione Nello Musumeci

Di Maio alla stampa estera: «L’Italia è un Paese affidabile»

«Ci sono tante notizie errate che stanno danneggiando l’economia e la reputazione della nostra comunità scientifica che sta affrontando in maniera brillante la situazione». Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha cercato di tranquillizzare la stampa estera sul coronavirus. Di Maio ha spiegato anche che: «L’Italia è un paese affidabile. C’è una buona notizia: tutti i pazienti allo Spallanzani sono guariti».

Negli ultimi giorni i prezzi delle mascherine e dei disinfettanti sono aumentati a causa del forte aumento della domanda, a Milano si possono trovare anche venditori ambulanti che propongono mascherine da 1,80 euro a 10 euro. Il ministro degli Esteri ha spiegato che chi ha voluto speculare su questa emergenza verrà punito: «Condanniamo tutte le speculazioni che qualche sciacallo sta facendo su gel e mascherine queste persone saranno punite». Di Maio ha insistito anche sul numero di comuni coinvolti nel contagio: «Stiamo parlando dello 0,089% dei comuni italiani. Non diffondiamo informazioni false». Le parole di Di Maio sono motivate di stati come Israele che hanno chiuso le frontiere agli italiani.

Anche il presidente del Consiglio Regionale della Toscana Eugenio Giani ha affrontato questo tema, parlando di un progetto di legge per contenere la diffusione delle notizie false e impedire lo sciacallaggio: «Presenterò oggi – 27 febbraio – una proposta di legge su alcune disposizioni di contrasto allo sciacallaggio commerciale e comunicativo per l’emergenza coronavirus».

Cracco: «Prenotazioni disdette, ma continueremo»

L’epidemia colpisce anche i ristoranti stellati, a partire da quello di Carlo Cracco: «È ancora presto per fare bilanci, ma sì, in tanti hanno chiesto di disdire. I “no, grazie” sono arrivati in gran parte da persone che soggiornano a Milano per ferie, fiere internazionali, lavoro. Molti “no” anche da stranieri. Se iniziamo a tirarci indietro pure noi, è la fine».

Le polemiche sul nuovo libro di Burioni

L’ultimo libro del virologo Roberto Burioni, in uscita il 10 marzo, si intitola Virus, la grande sfida. Dal coronavirus alla peste come la scienza può salvare l’umanità. Tante le critiche ricevute sul web con l’accusa di voler speculare sull’emergenza sanitaria che l’Italia sta affrontando in queste ore. Burioni ha chiarito che tutti i ricavi delle vendite saranno devoluti in beneficenza.

Sold out le mascherine di Fendi, ma non servono a nulla

Da tempo le mascherine sono diventate un accessorio di moda anche in Italia. Una tendenza di origine asiatica, visto che in Cina e Giappone le mascherine erano molto diffuse, prima del coronavirus, per proteggersi dallo smog. Ora le marche di lusso, come Fendi, che hanno investito in questo accessorio stanno facendo ottimi affari, anche se mascherine di questo tipo non servono assolutamente a nulla per proteggersi dal coronavirus.

mascherina fendiFonte: Fendi | Una delle mascherine vendute dal brand di lusso

Ancora fake news, via WhatsApp

Fra i tanti audio che circolano su WhatsApp riguardo l’epidemia da coronavirus, Open ne ha analizzato uno di 16 minuti attribuito al dott. Domenico Biscardi, nominativo che non risulta operare come medico in Italia. L’audio parte dalla tesi dell’origine in laboratorio del virus.

Sondaggio Emg: «Per gli italini eccessiva la paura da coronavirus»

Secondo i dati del sondaggio di Emg Acqua per la trasmissione Agorà su Rai 3, per il 51% degli italiani i timori per l’epidemia di coronavirus sono eccessivi. Le fonti da cui gli italiani si stanno aggiornando sono soprattutto tv e internet.

Fonte: Emg Acqua | Il sondaggio su coronavirus e parere degli italiani

La comunità cinese di Torino ha regalato migliaia di mascherine

Luigi Icardi, assessore alla sanità del Piemonte, ha raccontato di un gesto di solidarietà che la comunità cinese di Torino ha voluto fare per tutta la regione: «L’associazione Cinesi d’Italia che ha sede a Torino è venuta a offrirci una serie di dispositivi di protezione individuale che non presentano rischi: mascherine di secondo o terzo livello, mascherine chirurgiche, occhiali, apparecchiature respiratorie».

Trump guarda l’Italia

La Casa Bianca sta valutando se sospendere i voli con i Paesi più colpiti dal coronavirus, come l’Italia. Una decisione che il presidente americano Donald Trump si è riservato di prendere «al momento giusto», spiegando che sono già pronti piani anche per quarantene su larga scala se necessario.

Foto di copertina: Ansa, Mourad Balti Touati | Una strada di Milano nei giorni del coronavirus

Il parere degli esperti

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *