Categorie
Coronavirus Roma - Cronaca

Coronavirus, vacanze dalla Sardegna a Cortina: ma era positivo. «Ho paura di aver contagiato nonna»

Il giovane romano, G. P. B., 26 anni, si era sottoposto a un tampone a Padova , risultato negativo. Solo dopo i primi sintomi. Ora è ricoverato a Belluno per una polmonite …

Dalla Sardegna alle Dolomiti convinto di essere negativo. Ora però G.P.B., 26enne romano, è ricoverato all’ospedale di Belluno con la polmonite interstiziale e ha paura di aver contagiato molte persone, tra cui la nonna. Il giovane era stato in vacanza nei luoghi più in voga dell’isola, ha raccontato di aver partecipato a un evento con altre 75 persone, a Baia di Porto Istana, tra Porto San Teodoro e Porto Rotondo, senza molti controlli: molti dei presenti alla festa esclusiva sono poi risultati contagiati.

Prima di andare a trovare la nonna in Veneto, il ragazzo aveva anche voluto accertarsi di non essere un positivo asintomatico, così si era sottoposto a un tampone a Padova. Risultato negativo, il romano era quindi partito alla volta del Cortina Summer Party, con una visita all’anziana che vive in zona. Poco dopo però i primi sintomi e la telefonata di un’amica romana che era con lui in Sardegna e che lo avvertiva di essere positiva.

Solo dopo una trafila burocratica, chiamate alle Asl e infine il test, il giovane ha verificato di essere contagiato dal Covid. «Non sapevo che ci fossero 14 giorni di incubazione, non avrei mai corso un rischio simile, ora ho paura per i miei cari e per tutte le persone che erano all’evento di Cortina il 20 agosto» ha raccontato il giovane al Messaggero. Seicento persone da controllare al Festival ha avvertito Luca Zaia, presidente della Regione Veneto, annunciando l’ordinanza che chiede ai veneti di ritorno dalla Sardegna di fare i test. Un focolaio ancora tutto da ricostruire e l’appello è scattato anche dal sindaco di Cortina, Gianpietro Ghedina che, in accordo con il Dipartimento di prevenzione della Ulss Dolomiti, ha avvertito tutti i partecipanti all’evento, grazie ai registri forniti dagli organizzatori, di sottoporsi a tampone in modalità drive-in.

29 agosto 2020 | 13:28

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *