Categorie
ATTUALITÀ Coronavirus Mascherine New York Sanità USA Vaccini

Covid, fuochi d’artificio a New York: lo Stato raggiunge quota 70% di vaccinati e rende facoltative restrizioni e mascherine

La mascherina non sarà più obbligatoria in negozi, ristoranti e palestre, anche se i non vaccinati dovranno continuare a mantenere il distanziamento. Cuomo: «Siamo all’ultima curva»
L’articolo Covid, fuochi d’artificio a New York: lo Stato raggiunge quota 70% di vaccinati e rende facoltative restrizioni e mascherine proviene da Open. …

Il 70% della popolazione adulta dello Stato di New York ha ricevuto almeno una dose del vaccino contro il Covid-19. Il raggiungimento dell’obiettivo è stato certificato dai Centers for disease control and prevention dopo l’aggiornamento dei dati di lunedì pomeriggio. Si tratta di una tappa fondamentale perché è il punto di riferimento stabilito dal governatore Andrew Cuomo per revocare la maggior parte delle restrizioni legate alla pandemia da Coronavirus. I dati dei Cdc dicono che sono 14 gli Stati Usa che hanno raggiunto quota 70% di immunizzati. Prima di New York, sono arrivati sulla soglia la California, il Connecticut, le Hawaii, il Maine, il Maryland, il Massachussets, il New Hampshire, il New Jersey, il New Mexico, la Pennsylvania oltre a Rhode Island, Vermont e Washington. Lo Stato di Washington è arrivato a somministrare vaccini ad almeno il 70% dei suoi adulti residenti. Complessivamente, oltre 174 milioni di persone, ovvero il 52,5% della popolazione degli Stati Uniti, hanno ricevuto almeno una dose del vaccino e quasi 145 milioni di persone, pari al 43,7% della popolazione Usa, hanno completato l’immunizzazione.

Per New York il raggiungimento della quota del 70% di vaccinati consentirà di eliminare o rendere facoltative la maggior parte delle restrizioni attualmente in vigore. La mascherina non sarà più obbligatoria in negozi, ristoranti e palestre, anche se i non vaccinati dovranno comunque continuare a mantenere il distanziamento sociale. Le restrizioni resteranno in vigore nelle scuole, nel trasporto pubblico, negli ospedali e nelle case di cura. I più bassi tassi di vaccinazione ora si trovano tra i ragazzi di 12 e 17 anni. Il governatore ha fatto sapere che adesso gli sforzi si concentreranno sull’immunizzazione dei residenti nelle zone con i tassi più bassi. «Non siamo ancora arrivati al traguardo, ma ci troviamo all’ultima curva della pista», ha detto Cuomo. Lo Stato si prepara a festeggiare con i fuochi d’artificio stasera.

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *