Categorie
AS Roma ATTUALITÀ Calcio Coronavirus Euro 2020 Mascherine Roma Sanità Serie A Video

Dopo le feste per l’Europeo, mille tifosi in piazza per la Roma. Maxi-assembramenti con poche mascherine – Il video

Il corteo per il compleanno della Roma arriva a pochi giorni dai festeggiamenti per l’Europeo vinto dall’Italia che solo nella Capitale avrebbe fatto scoppiare diversi focolai
L’articolo Dopo le feste per l’Europeo, mille tifosi in piazza per la Roma. Maxi-assembramenti con poche mascherine – Il video proviene da Open. …

Un maxi-raduno per festeggiare novantaquattro anni dalla nascita della As Roma: così i tifosi si sono ritrovati in pieno centro nella Capitale ieri sera, 21 giugno. I lupetti si sono presentati con fumogeni, petardi e bandiere giallorosse, festeggiando il compleanno della squadra. Senza mascherine, zero distanziamenti e un unico grosso assembramento, violando praticamente tutte le regole basilari di contenimento contro il Coronavirus. Il raduno si è diviso in due tronconi, uno verso via del Corso e l’altro in piazza del Parlamento, con le strade, in entrambi i casi, presidiate dalle forze dell’ordine. Alla manifestazione, secondo quanto riportato da Ansa, hanno partecipato diverse centinaia di persone. Il festeggiamento è terminato in via degli Uffici del Vicario, vicino alla Camera dei Deputati dove c’è la sede storica della Roma. Sono stati esplosi diversi petardi e fumogeni rossi a colorare la piazza. Poi i tifosi si sono dispersi per le vie del centro. Solo martedì scorso, passata la scia di Euro2020, Roma si è ritrovata con una curva dei contagi parecchio alta. I numeri si sono quasi quintuplicati all’11 luglio scorso, giorno della finale degli Europei di calcio. «In questa fase di ripresa dei contagi soprattutto tra i giovani ogni assembramento è benzina nel motore del virus», ha detto l’assessore regionale alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato, commentando il maxi raduno. «Rivolgo un duplice appello al rispetto delle regole e alla vaccinazione – aggiunge l’assessore -. Non possiamo tornare indietro».

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *