Categorie
Coronavirus Corriere

Ecco le mascherine compostabili: si buttano nell’umido e in caso di seconda ondata…

L’idea nasce da un’azienda lucchese grazie alla riconversione dei macchinari, un modo prezioso per proteggere l’ambiente e utile in caso di grande richiesta: ne producono 10.000 al minuto …

Milano, 10 luglio 2020 – 14:06

L’idea nasce da un’azienda lucchese grazie alla riconversione dei macchinari, un modo prezioso per proteggere l’ambiente e utile in caso di grande richiesta: ne producono 10.000 al minuto

di Lorenzo Nicolao

I numeri migliorano, ma appare più che probabile che nelle regioni più colpite, come la Lombardia, i dispositivi di sicurezza individuale come le mascherine possano essere richiesti per tutto il corso dell’estate, almeno per visitare i luoghi chiusi e durante quelle situazioni a rischio assembramento. Allo stesso modo quella dell’abbandono dei guanti e delle mascherine per l’ambiente sta diventando una pratica pericolosa e tristemente diffusa. L’impennata della domanda e la necessità dl ricambio continuo fanno sì che ci sia anche necessità di smaltirle, a meno che non venga studiato un sistema per il riutilizzo sicuro oppure una tecnologia per tutelare l’ambiente. E adesso c’è!

Problema smaltimento

Problema smaltimento

prev
Riconversionenext

Scheda 1 di 5

10 luglio 2020 | 14:06

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *