Categorie
Coronavirus Sport

Georgina: «Cristiano Ronaldo il mio uomo perfetto, tra calcio, famiglia e fughe al supermercato (nascosti dalla mascherina)

La moglie del campione si è raccontata a SportWeek: «Ho imparato molto da lui, mi insegna e mi motiva. Quando perde una partita? Non è un raggio di sole, ma è autocritico e responsabile. Sa che il calcio non è tutto. E io faccio in modo che in famiglia tutto funzioni» …

Da quell’incontro del 2016 nel negozio di Gucci a Madrid, dove lavorava, a moglie di Cristiano Ronaldo. Il passo per Georgina Rodriguez è stato breve. E chi meglio di lei può raccontare la quotidianità del fuoriclasse portoghese della Juventus? Insieme sfiorano i 300 milioni di follower solo su Instagram: 266 lui (ma per lui sono 500 milioni se si guardano tutti i social sui quali è presente),23,8 lei. Ed è la regina delle wags della serie A per distacco. Non solo. Condividono pure la palestra di casa.

Le fughe al supermercato

«Ho imparato molto da lui. Mi aiuta, insegna e motiva. Alla fine sei il riflesso di ciò che vedi e io vedo lui», racconta Georgina nell’intervista rilasciata al settimanale Sportweek. «All’inizio avevo vergogna ad allenarmi vicino a lui, è pur sempre Cristiano Ronaldo. Ma poi tutto è cambiato. Lui è la mia ispirazione e il mio grande amore. La mia famiglia è la mia priorità. I miei figli e mio marito vengono prima di tutto». Certo, essere CR7 a volte è difficoltoso. Soprattutto per muoversi a Torino: «Non può andare a far la spesa, lo assalirebbero. Ma grazie alla mascherina, ultimamente, siamo scappati a far la spesa qualche volta. E qualche anno fa siamo riusciti anche ad andare al cinema. Inoltre, è un super papà e il miglior marito che potessi sognare. Dopo essersi allenato per tutta la mattina, merita di trovare a tavola un buon piatto di cibo caldo preparato con amore. Abbiamo uno chef e a volte cucino io. E cambiare una lampadina a casa nostra è impossibile, abbiamo i soffitti così alti. Se tu fossi Cristiano Ronaldo, cambieresti una lampadina a sei metri da terra? Meglio di no. Prenditi cura di te stesso e dedica te stesso ad essere il migliore in quello che fai. È giusto che lui sia concentrato sulla sua grande passione. Al resto, ci penso io. Faccio in modo che tutto funzioni».

L’uomo perfetto

L’attaccante della Juventus cerca sempre di migliorare. È attento ai dettagli: «Se una partita non è andata bene non è un raggio di sole, ma sa che il calcio è così, a volte si vince e a volte si perde. Devi accettarlo e cercare sempre di migliorare. Ha una mente, uno spirito e un corpo. Mi ha completamente sorpresa, conquistata. È autocritico, responsabile e ama ciò che fa. Il mix perfetto». Poi sulla vita a Torino aggiunge: «Abbiamo una casa con il giardino, dove i bambini possono giocare. Non ci manca nulla. I torinesi ci vogliono molto bene e io sto bene, sono felice qui». Infine, sulle sue passioni, Georgina ha concluso: «Ballare è la mia passione. Ho studiato danza classica per 15 anni e la danza è nel mio sangue».

27 febbraio 2021 (modifica il 27 febbraio 2021 | 11:33)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *