Categorie
Coronavirus Esteri

Il coronavirus arriva in Antartide, contagiati in 36 in una base cilena

La pandemia tocca anche l’unico continente rimasto «immune». Il focolaio alla base General Bernardo O’Higgins Riquelme. Rimpatriati i positivi …

Leggi anche

Secondo quanto riportato dai media cileni il focolaio è stato individuato nella base General Bernardo O’Higgins Riquelme, che è una delle 13 basi cilene in Antartide. I contagiati, 26 militari e 10 addetti alla manutenzione, sono già stati trasferiti in Cile, fa sapere l’esertcito cileno che afferma in una dichiarazione che «grazie alla tempestiva azione preventiva è stato possibile» individuare i casi, secondo quanto riporta Newsweek.

Contagiati anche tre membri dell’equipaggio della nave inviata a prestare sostegno alla base. Al momento della diffusione massiccia della pandemia, la scorsa primavera, in Antartide iniziava l’inverno ed i sei mei di notte continua, con i ricercatori che sono rimasti chiusi, isolati nelle loro basi. Ma il ritorno del sole e l’arrivo quindi di nuovi ricercatori nelle decine di basi nel continente australe — il più freddo ed inospitale del pianeta dove non ci sono abitanti permanenti — ha portato il virus anche tra i ghiacci.

22 dicembre 2020 (modifica il 22 dicembre 2020 | 11:31)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *