Categorie
Coronavirus Moda

Il red carpet di Alessia Bonari, infermiera simbolo della lotta al Covid (mostrò i segni della mascherina)

La 23 enne toscana, che lavora in un ospedale di Milano, a sorpresa sul tappeto rosso. I suoi lividi in volto, dovuti alla mascherina indossata in un turno di lavoro massacrante il 9 marzo scorso, avevano fatto il giro del web e dei social …

E’ tristemente balzata agli onori della cronaca per la foto che la ritraeva, il 9 marzo 2020, con il volto pieno di lividi causati dalla mascherina, presidio di protezione individuale necessario nella sua professione da infermiera. Il suo viso era pieno di segni, dopo l’ennesimo turno di lavoro massacrante in piena emergenza Covid 19. Alessia Bonari, 23 anni, infermiera toscana, venerdì sera, ha calcato il red carpet di “Padrenostro” al Festival del Cinema di Venezia.

«Grazie Venezia per tutto l’affetto»

Lei in rappresentanza di tutte le persone, infermiere, medici e operatori sanitari che hanno combattuto in prima linea la battaglia contro il Coronavirus. “Grazie Venezia per tutto l’affetto ricevuto ma sopratutto grazie alla mia Italia” scrive Alessia in una foto ,postata sul suo account Instagram, con un abito lungo nero (targato Momonì), capelli laterali e un timido sorriso di chi proprio non è abituato ai flash dei fotografi. «Ho paura perché la mascherina potrebbe non aderire bene al viso, o potrei essermi toccata accidentalmente i guanti sporchi, o magari le lenti non mi coprono nel tutto gli occhi e qualcosa potrebbe essere passato» scriveva mesi fa Alessia, che aveva rivelato di aver paura ad andare al lavoro ma che questo non l’avrebbe fermata. Diventando il simbolo della lotta al Coronavirus.  

Personaggio dell’anno

Sotto la sua foto al red carpet centinaia di commenti dai suoi 111 mila follower: “Finalmente una persona degna di calcare il tappeto rosso. Sei un angelo! Grazie tutti i giorni per quello che fai per il prossimo” le scrivono. E ancora: “Un red carpet meritato”, “ bella fuori e dentro” e “la tua umiltà e la tua semplicità ti porteranno in alto”. L’infermiera, che lavora in un ospedale di Milano, ha ricevuto inoltre il premio di «personaggio dell’anno», organizzato da Tiziana Rocca.

5 settembre 2020 (modifica il 5 settembre 2020 | 16:09)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *