Categorie
ATTUALITÀ Coronavirus Giovani Lockdown Mascherine Milano Movida Sparatoria Video

La notte alle Colonne di Milano dopo la sparatoria: risse, niente mascherine e coprifuoco violato – Il video

Non è bastata la sparatoria con tanto di pitbull aizzato contro i carabinieri. Ieri sera come mostrano queste immagini, ancora una notte senza regole in quella che sembra essere diventata la zona “franca” di Milano
L’articolo La notte alle Colonne di Milano dopo la sparatoria: risse, niente mascherine e coprifuoco violato – Il video proviene da Open. …

Succede alle colonne di San Lorenzo, nel cuore di Milano, a pochi passi dal Duomo. Una zona “franca” dove tutto sembra essere consentito. Nessun controllo, ragazzi assembrati, quasi nessuno con la mascherina correttamente indossata (anzi molti non ce l’hanno proprio). Una situazione surreale che Open aveva già documentato. Poche settimane fa le nostre telecamere sono andate in questo luogo di ritrovo per under 30 mostrando come nessuno rispettasse il coprifuoco. Alle 22 tutti fuori, ancora tranquilli a bere, fumare e scherzare. Come se il Covid non ci fosse mai stato. La notte tra il 27 e il 28 maggio la situazione, però, è degenerata con una sparatoria nel cuore della notte e con i carabinieri aggrediti da un pitbull.

OPEN | Coprifuoco alle 22? Non proprio. A Milano si continua a fare serata. E nessuno passa a controllare – Il video di Fabio Giuffrida e Felice Florio

La sparatoria

E a mostrare che nulla è cambiato – nemmeno dopo i recenti fatti – è una diretta su Twitch di Erkole, uno streamer che ha ripreso la notte di follia tra bottiglie di vetro rotte, mascherine quasi inesistenti, cori, risse e minacce. Proprio lui, in live, ha subito un’aggressione: a qualcuno, infatti, infastidiva la sua presenza, telecamera alla mano. Intanto nessun controllo.

OPEN | Sparatoria nel pieno della movida a Milano, i carabinieri si difendono dal pitbull di un rapinatore: due ragazzi feriti – Il video

La protesta contro la polizia

Sempre ieri sera c’era anche la protesta dei centri sociali contro le forze dell’ordine: «La polizia spara, non aspettiamo il morto», si legge su uno striscione. Intanto si balla, non si rispetta il coprifuoco (al momento fissato alle 23) e soprattutto non si indossano le mascherine. Gli unici ad averle sono i venditori ambulanti che provano a guadagnare qualche euro in mezzo alla folla impazzita.

Foto e video da: Erkole | Twitch

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *