Categorie
Coronavirus Moda

La Regina Elisabetta per la prima volta in pubblico con la mascherina

Sua Maestà, 94 anni, è apparsa elegantissima in nero mentre rendeva omaggio alla tomba del Milite Ignoto nell’Abbazia di Westminster …

Lo stile è stile. La regina Elisabetta II non delude mai. Sua Maestà, 94 anni, è apparsa (mercoledì) per la prima volta in pubblico con la mascherina — obbligatoria in Gran Bretagna nei luoghi al chiuso —. Tutta in nero, con immancabili guanti e cappello, la mascherina tono su tono. Coma fa notare la «Bbc», è la prima volta in cui Sua Maestà portava la mascherina in una cerimonia ufficiale. L’occasoine è la giornata del ricordo che Elisabetta ha voluto onorare a Westminster, prima del Remembrance Day dell’11 novembre in cui si commemora la fine della Prima Guerra Mondiale e di altre guerre. La mascherina scelta dalla monarca è di stoffa nera con i bordi bianchi e dovrebbe essere stata confezionata da Angela Kelly, consigliera personale e stylist di Elisabetta II, che disegna molti degli outfit della regina.

La storia del papavero rosso

The Queen non si è sottratta all’annuale omaggio ai caduti, lasciando un mazzo di fiori sulla tomba del Milite Ignoto all’abbazia di Westminster. La Regina portava una spilla con il papavero rosso che è il simbolo del Remembrance Sunday (la celebrazione avviene storicamente nella domenica precedente all’11 novembre). Il papavero è stato indossato anche dalla cerchia ristretta dei presenti, a partire dai Principi Carlo e William, entrambi in alta uniforme, fino a Camilla e Kate Middleton, entrambe rigorosamente in nero, così come da Boris Johnson e Theresa May. Il fiore di campo rosso ha infatti un particolare significato: è una pianta che si riproduce facendo cadere sul terreno i propri semi che possono restare attivi anche molti anni. Durane la Prima Guerra Mondiale gli sconvolgimenti del suolo provocati dal suono delle bombe li facevano penetrare nel terreno, dove poi germogliavano. La crescita era facilitata dai nitrati presenti negli esplosivi che fungevano da fertilizzante: è per questo che negli anni tra il 1915 e il 1918 sui campi di battaglia europei ci fu una fioritura di papaveri senza precedenti.

Solo 26 i presenti

Mentre l’orologio scandiva le 11, il primo ministro Boris Johnson, il principe Carlo, il principe William e altri membri dell’élite britannica hanno osservato due minuti di silenzio prima di deporre le loro ghirlande. Normalmente, sono circa 10.000 i veterani di guerra che prendono parte alle commemorazioni al Cenotafio. Quest’anno, a causa dell’emergenza della pandemia, hanno partecipato in solo 26 ricorda il «Dailymail». La cerimonia è stata trasmessa in diretta sulle principali tv e social. «Nessun virus può impedirci di commemorare i caduti in guerra del paese», aveva annunciato il primo ministro Boris Johnson, ieri, sabato 7 novembre, mentre si ricava al Uxbridge War Memorial, a ovest di Londra.

8 novembre 2020 (modifica il 8 novembre 2020 | 14:26)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *