Categorie
Coronavirus Esteri

Le prime foto di Trump con una mascherina, alla Ford

Il presidente, fino ad ora, si era sempre rifiutato di metterla in pubblico. Alla Ford gli è stato chiesto esplicitamente di farlo: Trump ha comunque polemizzato con i giornalisti, dicendo che non avrebbe dato loro la soddisfazione di vederlo mentre la indossava …

Dal nostro corrispondente
WASHINGTON — Alla fine anche Donald Trump ha indossato la mascherina. Una foto che dovrebbe essere normale è diventata, invece, uno scoop mondiale.

Fin qui il presidente aveva sempre rifiutato di proteggersi il viso. Non tanto perché, come si legge in una nota della Casa Bianca, «si sottopone quotidianamente al test» sul coronavirus «ed è sempre risultato negativo». La vera ragione l’ha spiegata lo stesso Trump: «Le mascherine non sono compatibili con i ruoli di presidente di leader».

Ieri, però, 21 maggio, Trump non è sfuggito alle regole stringenti stabilite dalla Governatrice del Michigan, la democratica Gretchen Whitmer e applicate con zelo dalla Ford. Il presidente degli Stati Uniti ha visitato l’impianto di Rawsonville Components di Ypsilanti, parzialmente riconvertito alla produzione di ventilatori, visori e altro materiale sanitario.

Trump, ha fatto sapere l’azienda, ha messo una mascherina per un breve tratto del percorso interno. «Bill Ford ha incoraggiato il presidente Trump ad indossare una mascherina al suo arrivo», ha dichiarato la casa di Detroit in una nota. «Trump ha indossato la mascherina durante la visita privata a 3 Ford Gts, poi si è tolto la mascherina per il resto della visita». Così — cioè senza mascherina — è ricomparso davanti ai giornalisti: «Non voglio darvi la soddisfazione di vedermi con la mascherina», ha detto. Un fotoreporter, però, finalmente ha spezzato il tabù surreale di Trump in maschera.

Trump con la mascherina in mano, davanti alla stampa

Trump con la mascherina in mano, davanti alla stampa

Trump con la mascherina in mano, davanti alla stampa

22 maggio 2020 (modifica il 22 maggio 2020 | 16:03)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *