Categorie
Coronavirus Moda

L’ex marito di Camilla e il coronavirus contratto alle corse: paura nella famiglia reale britannica

Andrew Parker Bowles, ex marito di Camilla, avrebbe preso l’infezione alle corse di Cheltenham frequentate anche da Anna e Zara. Il messaggio al paese di Carlo guarito …

L’erede al trono britannico ha finito il periodo di quarantena nella tenuta di Birkhall in Scozia, guarito dal Covid19, mentre la moglie, la duchessa Camilla resta confinata nelle sue stanze. Per precauzione, visto il contagio del marito Carlo il quale, superata la battaglia con il virus ha parlato alla nazione con un video messaggio dal suo account twitter. «Avendo contratto il virus mi trovo adesso… dall’altra parte della barricata della malattia», ha detto il principe di Galles. Per aggiungere: «Nonostante ciò resto in uno stato di (sostanziale) isolamento». Un invito a mantenere il distanziamento sociale, unico strumento a disposizione per prevenire la diffusione del virus. Da settimane il principe Carlo anziché stringere la mano, saluta con il namaste indiano, a mani giunte. Adesso che Londra, e il numero 10 di Downing Street sono chiamati dal veloce dilagare del virus anche Oltremanica a porre rimedi efficaci per evitare il disastro.

Nella Firm

E il virus continua a generare timori e preoccupazioni anche nei Palazzi reali di Londra. Dopo i contagi nelle stanze di Buckingham palace, adesso ha contratto il virus anche l’ex marito di Camilla, Andrew Parker Bowles, 80 anni, che ha detto di pensare di aver preso l’infezione alle corse di Cheltenham.

La Princess Royal

Tanto è bastato per generare un nuovo tsunami di paura nelle fila della Firm, perché anche la Princess Royal, Anna (figlia di Elisabetta II) e la nipote della regina, Zara, sono cavallerizze provette e assidue dell’appuntamento di Cheltenham. Proprio alle corse, giorni fa, pare si siano scambiate affettuosi saluti secondo il Daily Telegraph.

Carlo il futuro re

Quanto a Carlo, uscito in buona salute da una forma non troppo aggressiva del virus, ha ringraziato con il suo primo messaggio post-malattia, il sistema sanitario nazionale britannico e ha rivolto il suo pensiero alle charity rivolte agli anziani, che lui e Camilla presiedono: Age UK e Silver Line. Concludendo: «Quando finirà tutto questo non lo sa nessuno. Ma finirà. E finché questo non sarà cerchiamo tutti di vivere nella speranza e nella fiducia in noi stessi e negli altri». Il messaggio di un futuro re, non solo di un guarito agli attacchi del virus.

2 aprile 2020 (modifica il 2 aprile 2020 | 12:44)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *