Categorie
Coronavirus Cronache

Mattarella: «Covid, pericolo ancora attuale: Non tenere la mascherina non è libertà»

Tutti gli aggiornamenti sulla diffusione di Covid-19 di venerdì 31 luglio …

I casi di Covid-19 nel mondo hanno superato quota 17 milioni e 667 mila morti. Il Paese più colpito restano gli Stati Uniti con una media, nelle ultime 24 ore, di circa una vittima al minuto, per un totale di oltre 151 mila decessi dall’inizio della pandemia. Segue il Brasile con 2,5 milioni di casi. Il Messico ha superato il Regno Unito ed è diventato da giovedì sera il terzo paese al mondo in termini di decessi correlati al coronavirus oltrepassando quota 46.000 morti, dietro a Stati Uniti e Brasile.

Per approfondire

Ore 11.43 – Mattarella: «Libertà non è far ammalare gli altri»
«Libertà non è far ammalare gli altri». Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella durante la cerimonia del Ventaglio, sottolineando che non bisogna abbassare la guardia perché il pericolo del Coronavirus è «ancora attuale» come in Italia e nel mondo dimostrano il numero dei morti e dei contagi. «Chiusi nelle nostre case abbiamo pensato spesso che il dopo avrebbe dovuto essere necessariamente diverso- ha detto il capo dello Stato ricordando il lungo periodo di lockdown-È una consapevolezza del bisogno di cambiamento che non riguarda solo la sfera personale ma che si registra nei rapporti tra Paesi diversi. Tutti esposti alla medesima fragilità. La risposta si è tradotta in esperienze di preziosa, reciproca solidarietà, e desidero ringraziare quei Paesi che hanno dimostrato amicizia all’Italia, così come ha fatto l’Italia». Poi Mattarella ha affrontato il tema delicatissimo della riapertura delle scuole: «È in gioco il futuro, un futuro che richiede determinazione. I nostri ragazzi hanno patito un anno di disagio. Il sistema Italia non può permettersi di dissipare altre energie in questo campo. Lo sviluppo della nostra società subirebbe un danno incalcolabile. L’apertura regolare delle scuole è un obiettivo primario. L’Italia deve raccogliere la sfida e deve essere fatto ogni sforzo».

Ore 11.00 – Francia, prefetti potranno imporre mascherina all’aperto
Dinanzi alla recrudescenza del coronavirus, il ministro francese della Salute, Olvier Ve’ran, ha autorizzato i prefetti ad imporre localmente l’uso obbligatorio della mascherina nei luoghi pubblici all’aperto, in base all’evoluzione del virus. «Per limitare la circolazione del Covid-19 – ha scritto su Twitter – i prefetti potranno da oggi estendere l’obbligo della mascherina nei luoghi pubblici all’aperto. Questa decisione – ha precisato – potrà essere presa localmente, in funzione dell’evoluzione dell’epidemia in ogni territorio».

Ore 10.32- In Russia oltre 5.400 contagi in 24 ore
In Russia sono stati registrati 5.482 nuovi casi nelle ultime 24 ore, il che porta a 839.981 i contagi complessivi. Lo riferisce il centro nazionale anti-coronavirus, precisando che 695 dei nuovi casi sono stati rilevati a Mosca.

Ore 10.00 – Perù, 6.809 nuovi contagi confermati in 24 ore
Le autorità sanitarie del Perù hanno confermato 6.809 nuovi casi di contagio da nuovo coronavirus, che portano il totale dei positivi a 407.492. I nuovi decessi sono stati 205 e fanno salire le stime ufficiali sul numero delle morti legate al virus a 19.021. La zona piu’ colpita dalla pandemia continua ad essere quella di Lima, che nell’area metropolitana e nella provincia accumula un totale di 213.659 contagi. Nei giorni scorsi il ministro della Salute, Pilar Mazzetti, ha dichiarato che il numero dei decessi per Covid-19 potrebbe essere di 25 mila, se agli oltre 18 mila confermati si aggiungono i casi sospetti.

Ore 9.49 – In Bulgaria 265 casi e 6 morti nelle 24 ore
In Bulgaria nelle ultime 24 ore sono stati registrati 265 nuovi casi di coronavirus (dei quali 51 a Sofia) a seguito di 6.639 test diagnostici effettuati. Il bilancio complessivo dei contagi sale così a 11.420. Si registrano sei nuovi decessi, il totale sale a 374 vittime. Il bilancio dei casi di infezione fra il personale medico sanitario è salito a 673 persone. Attualmente vi sono 4.873 casi attivi, mentre negli ospedali sono ricoverati in tutto 751 pazienti, 34 dei quali sono in terapia intensiva. Secondo una disposizione del ministero della Sanità bulgaro, da oggi i cittadini di Ucraina e Giordania potranno entrare in Bulgaria senza un test Pcr. I cittadini di nove paesi possono entrare in Bulgaria solo in possesso di un test Pcr con risultato negativo, eseguito nelle ultime 72 ore. Si tratta di Macedonia del Nord, Serbia, Albania, Kosovo, Bosnia-Erzegovina, Montenegro, Moldavia, Israele e Kuwait.

Ore 9.35 – In Messico 46mila morti, oltre 7mila casi in 24 ore
Sono 46mila le persone che hanno perso la vita per complicanze legate al coronavirus in Messico, dove nelle ultime 24 ore si sono registrati più di settemila nuovi casi. Lo rende noto il direttore di Epidemiologia del Messico José Luis Alomia, riferendo di 7.730 nuovi casi e 639 morti in più rispetto a ieri e aggiornando a 416.179 il totale delle persone contagiate e a 46mila il numero delle vittime. Intanto le autorità fanno sapere che il Messico parteciperà alla terza fase del protocollo per lo sviluppo di un vaccino anti Covid-19 messo a punto dalla casa farmaceutica Sanofi-Pasteur.

Ore 8.43 – Tokyo per la prima volta supera i 400 contagi in un giorno
(Guido Santevecchi) Risalgono i contagi in Giappone e soprattutto a Tokyo. Mercoledì nella capitale sono stati individuati 250 nuovi casi, ieri 367 e oggi viene superata per la prima volta la soglia dei 400. Il 60% dei contagiati sono nella fascia di età tra i 20 e i 30 anni. La governatrice Yuriko Koike chiede a ristoranti, bar e karaoke di chiudere alle 10 di sera, dal 3 agosto e per tutto il mese. Chi accetterà potrà chiedere un sussidio di 200,000 yen (1.900 dollari). I sussidi ai negozi sono già costati al governo della capitale 935 miliardi di yen (8,9 miliardi di dollari) il 95% del fondo di riserva per l’emergenza.

Ore 8.15 – Filippine, restrizioni estese anche a Manila
Il presidente filippino Rodrigo Duterte ha esteso le misure restrittive per il coronavirus alla capitale Manila, limitando i movimenti degli anziani e dei bambini, chiudendo i ristoranti e le palestre fino a metà agosto e limitando le attività economiche. «La mia richiesta è di resistere ancora un po’. Molti sono stati infettati», ha detto Duterte in un discorso televisivo, in cui ha promesso vaccini gratuiti quando saranno disponibili, con priorità a poveri, poi alla classe media, alla polizia e al personale militare. Le Filippine avranno la precedenza dalla Cina nella distribuzione dei vaccini, ha assicurato.

Ore 8.08 – Vietnam, record di contagi da inizio epidemia
Il Vietnam ha registrato 45 nuovi casi di coronavirus, il peggior incremento in 24 ore dall’inizio dell’epidemia nel Paese, lo scorso gennaio. Tutti i nuovi contagi sono stati rilevati nella località turistica di Da Nang, colpita da un focolaio la scorsa settimana. Dopo quasi 100 giorni senza contagi, il Vietnam ha visto il ritorno del Covid lo scorso 25 luglio, ricorda la Cnn.

Ore 8.02 – Libia, nuovo record contagi nelle ultime 24 ore
Nuovo record di contagi giornalieri per la Libia che registra nelle ultime 24 ore altri 216 nuovi casi di coronavirus, che portano a 3.438 il totale dei casi confermati nel Paese. Lo ha reso noto il Centro nazionale libico per il controllo delle malattie sulla pagina ufficiale Facebook, precisando che i morti salgono a 73, i guariti a 604, e le persone attualmente positive da da 2550 a 2761, con la maggior parte dei casi al Sud. Il governo di Tripoli ha annunciato la proroga del coprifuoco con 5 giorni di lockdown totale da oggi fino a mercoledì prossimo, con divieto di circolazione e di grandi assembramenti in spiagge o giardini e il lockdown parziale dalle 21 alle 6 del mattino per i 5 giorni seguenti.

Ore 8.02 -Inghilterra,restrizioni per 4 mln persone
Dalla mezzanotte scorsa è scattato un brusco giro di vite per i movimenti di oltre 4 milioni di persone nel nord dell’Inghilterra, a seguito di un forte ritorno dell’epidemia di coronavirus. Tra le altre cose, alle persone di gruppi familiari diversi è proibito incontrarsi al chiuso nella Greater Manchester e in parti del Lancashire orientale e del West Yorkshire. Un nucleo familiare potrà andare al pub, ma senza mescolarsi con altre persone. Le autorità locali e la polizia avranno potere di far applicare le restrizioni. Le nuove regole arrivano quasi quattro settimane dopo che le restrizioni erano state allentate in tutta l’Inghilterra, consentendo alle persone di incontrarsi al chiuso per la prima volta dalla fine di marzo.

Ore 7.58- Usa, quasi 1400 morti ed oltre 72mila nuovi casi in 24 ore
Negli Stati Uniti si sono registrati quasi 1379 decessi per il Covid nelle ultime 24 ore, secondo il bilancio della John Hopkins University. È il terzo giorno consecutivo che il numero dei morti nel Paese supera la soglia dei 1200. E non si ferma la corsa dei contagi, con altri 72.238 nuovi casi registrati. Sono quindi quasi 4,5 milioni gli americani che si sono ammalati, con circa 1,4 milioni di guariti. Mentre le vittime dell’epidemia sono oltre 151mila.

31 luglio 2020 (modifica il 31 luglio 2020 | 11:47)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *