Categorie
Coronavirus Politica

Mattarella: «Il virus è nemico e ci divide, ma basta polemiche. Nessuno dica “a me non succederà”»

Il discorso del presidente della Repubblica all’assemblea dell’Anci: «Serve leale collaborazione tra le istituzioni» …

«Nessuno si lasci ingannare dal pensiero “a me non succederà”: questo modo di pensare si è infranto contro innumerevoli casi di disillusione, di persone che la pensavano così e sono state investite dal coronavirus. Abbiamo dovuto – e dobbiamo tuttora – purtroppo piangere la morte di tante persone; di ogni età, anche tra i giovani. E non dobbiamo dimenticarcene, per rispetto nei loro confronti». Lo ha detto il presidente Sergio Mattarella intervenendo all’assemblea dell’Anci.

«Dobbiamo far ricorso – ha aggiunto Mattarella – al nostro senso di responsabilità, per creare convergenze e collaborazione tra le forze di cui disponiamo perché operino nella stessa direzione. Anche con osservazioni critiche, sempre utili, ma senza disperderle in polemiche scomposte o nella rincorsa a illusori vantaggi di parte, a fronte di un nemico insidioso che può travolgere tutti. La libertà rischia di indebolirsi quando si abbassa il grado di coesione, di unità tra le parti. È questa la prima responsabilità delle istituzioni democratiche, a tutti i livelli, e questa è la lezione che la pandemia ribadisce con durezza».

17 novembre 2020 (modifica il 17 novembre 2020 | 17:09)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *