Categorie
ATTUALITÀ Coronavirus Governo Draghi Mascherine Maturità Patrizio Bianchi Scuola

Maxi orale, mascherine e possibilità di aspirare alla lode: al via la maturità per 540 mila studenti. Bianchi: «Non sarà di serie B»

La percentuale degli studenti ammessi all’esame arriva al 96,2%. Sei maturandi su dieci sono convinti che la valutazione che faranno i professori sarà falsata dagli strascichi delle lezioni online
L’articolo Maxi orale, mascherine e possibilità di aspirare alla lode: al via la maturità per 540 mila studenti. Bianchi: «Non sarà di serie B» proviene da Open. …

La maturità 2021, la seconda durante la pandemia di Coronavirus, è cominciata. E come lo scorso anno i maturandi sono chiamati ad affrontare un esame in presenza ma senza prove scritte, riadattato in funzione delle norme anti-Covid. Un maxi colloquio di circa un’ora che partirà dalla discussione di un elaborato. Una notte prima degli esami, quella appena trascorsa, per oltre 540 mila ragazzi e ragazze. La percentuale degli studenti ammessi alla maturità arriva quest’anno al 96,2%. Come nel 2020, le commissioni d’esame sono presiedute da un presidente esterno all’istituzione scolastica e sono composte da sei commissari interni. In particolare, le commissioni saranno 13.349, per un totale di 26.547 classi coinvolte. L’esame prevede un colloquio orale. L’argomento per la fase della discussione dell’elaborato è stato assegnato durante l’anno scolastico agli studenti dai consigli di classe.

Dopo questa parte, il colloquio proseguirà con la discussione di un testo già oggetto di studio nell’ambito dell’insegnamento di Lingua e letteratura italiana, con l’analisi di materiali predisposti dalla commissione con trattazione di nodi concettuali caratterizzanti le diverse discipline. Ci sarà spazio per l’esposizione dell’esperienza svolta nei percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento. La prova terrà anche conto delle informazioni contenute nel curriculum dello studente, che comprende il percorso scolastico, ma anche le attività effettuate in altri ambiti, come sport, volontariato e attività culturali. ll credito scolastico sarà attribuito fino a un massimo di 60 punti, di cui fino a 18 per la classe terza, fino a 20 per la classe quarta e fino a 22 per la classe quinta. Con l’orale verranno assegnati fino a 40 punti. La valutazione finale sarà espressa in centesimi e sarà possibile ottenere la lode.

Le misure anti-Covid

Come lo scorso anno gli esami si svolgeranno sulla base di un protocollo di sicurezza siglato tra le organizzazioni sindacali e il ministero che prevede l’arrivo dello studente 15 minuti prima della convocazione, la distanza di due metri da mantenere durante la prova orale davanti alla commissione, l’uso della mascherina all’interno della scuola, con possibilità di toglierla durante il colloquio mantenendo la distanza di sicurezza, e che lo studente non sia accompagnato da più di una persona.

Una maturità light perché priva delle prove scritte? Non secondo il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, che non vuole sminuire l’impegno degli studenti in era Covid: «I ragazzi hanno scelto di sviluppare nell’elaborato le tematiche svolte in questo anno. Il fatto di dover imparare a scrivere una cosa per un mese e dibatterla, affrontarla, trovo sia entusiasmante; ho trovato i ragazzi entusiasti, non vogliono essere trattati come di serie b, hanno affrontato una prova durissima, hanno tenuto, stanno mostrando grande maturità, se ne ricorderanno in modo positivo», ha detto a la Repubblica. Per quanto riguarda il futuro prossimo della scuola, Bianchi ha affermato che «a settembre sarà in presenza, sapendo usare la Dad, non avendone paura. I nostri ragazzi usano i cellulari ogni giorno, bisogna saper usare la Dad senza esserne schiavi, deve servire a unire le scuole del Nord e del Sud».

La Dad

A proposito di Dad, sette maturandi su dieci pensano che la preparazione dell’esame sia stata compromessa proprio dalla didattica a distanza, e quasi sei su dieci sono convinti che la valutazione che faranno i professori sarà falsata dagli strascichi delle lezioni online, secondo quanto riscontrato da una ricerca condotta da Skuola.net. Oltre la metà degli studenti (il 58%) ha dichiarato di provare tristezza per la mancata condivisione con i compagni del percorso in classe prima del tanto temuto esame.

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *