Categorie
Coronavirus Sport

Repubblica Ceca: due positivi al coronavirus, cambiano il c.t. e tutti i convocati

Il Covid costringe la Nazionale ceca a mandare a casa 24 giocatori a poche ore dalla partita di Nations League contro la Scozia. Corsa contro il tempo, fino alla sconfitta contro la Scozia …

Una Repubblica Ceca diversa dal solito, quella che ha perso in Nations League 2-1 contro la Scozia. Nessuno dei 24 giocatori inizialmente convocati dal ct ceco Silhavy ha preso parte alla sfida di Olomuc. C’è di più: lo stesso commissario tecnico, con il rispettivo staff, è stato sostituito. Una decisione a dir poco drastica, dovuta alla positività al coronavirus prima di due membri dello staff, poi dei calciatori Tomas Soucek e Patrik Schick, ex Roma. Una scelta frutto della paura di un contagio di massa. Arrivata dopo diverse discussioni (e tensioni).

La vicenda

All’inizio della scorsa settimana i tamponi rilevano la positività al Covid di due elementi dello staff tecnico, poi di Soucek e Schick, che difatti vengono messi in isolamento e non partecipano alla trasferta di venerdì sera a Bratislava, partita vinta dai cechi per 3-1. In quelle ore, però, comincia a salire lo scontento. A guidarlo lo Slavia Praga: Jaroslav Tvrdik, il presidente, inizia a lamentarsi con la Federazione. Troppo grande il rischio di un contagio per i tanti giocatori che lo Slavia presta alla Nazionale, meglio richiamarli. Non tanto per il campionato, iniziato a metà agosto e conteso sempre dalle solite note. La vera paura di Tvrdik è di perdere i propri calciatori per il prezioso, in tutti i sensi, preliminare di Champions League, in programma il prossimo 22 settembre. Allo Slavia si aggiungono presto Sparta Praga e Viktoria Plzen, pure impegnate nelle coppe europee. Un fronte unito con una richiesta decisa: ridateci i nostri giocatori.

Corsa contro il tempo

Per questo la Federcalcio ceca ha provato, inutilmente, a chiedere alla Uefa di rinviare la gara di lunedì. Da qui la decisione a sorpresa: tutti a casa e convocazioni completamente rinnovate. 24 calciatori chiamati, negativi al coronavirus, provenienti dalla massima serie ceca, la Fortuna Liga. Solo due avevano già rappresentato la Nazionale: l’attaccante dello Slavia Stanislav Tekl e il 36enne difensore del Sigma Olomuc Roman Hubnik. La selezione, invece, è stata affidata al ct dell’Under 18 David Holoubek: «È stato tutto velocissimo – ha detto in conferenza stampa – voglio ringraziare le società e gli allenatori per averci permesso di convocare questi giocatori. Sono arrivati qui da tutto il paese». Cambiare un’intera rosa, a poche ore da una partita: impresa riuscita. Almeno quella.

8 settembre 2020 (modifica il 8 settembre 2020 | 00:01)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *